Paesi Bassi: Un paese legato all’acqua

Molti pittori olandesi si sono ispirati all’acqua per dipingere le loro opere.

Paesi Bassi: Un paese legato all'acqua

Pochi paesi al mondo hanno come loro destino legato all’acqua. I Paesi Bassi tra  dighe e canali, porti marittimi e fluviali, ponti e mulini … tutto ruota attorno all’elemento acqua.

Molti siti, aperti al pubblico, mostrano come i nostri amici batavi hanno sempre giocato  con le onde durante tutta la loro storia.

Visita l’Olanda vuol dire di scoprire un intero segmento della cultura e delle tradizioni di questo paese, attraverso un paesaggio di una bellezza degna dei grandi maestri del periodo d’oro della pittura olandese.

Tutto torna attorno all’acqua.

Paesi Bassi: Un pase legato all'acqua

I Paesi Bassi hanno l’acqua. In primo luogo, perché hanno usato per sviluppare la loro navi mercantili. Nel 14 ° secolo, essi partecipano alla potente organizzazione commerciale Hanse che collega i porti del Mare del Nord e del Baltico. Al giorno d’oggi, Rotterdam rimane il più grande porto europeo.

Poi, il paese ha rosicchiato sui mari e paludi per  estendersi:  il 17% della sua superficie è costituita da polder. Questi campi artificiali sono emersi grazie al sistema ingegnoso di dighe e mulini a vento.

Più di un quarto del territorio olandese europeo si trova al di sotto del livello del mare. Il nome dell’aeroporto di Amsterdam ne e’ un testimone:  “Schiphol” significa “buco barca.” Sotto l’asfalto cadrebbe un antico cimitero di navi e imbarcazioni. Nei Paesi Bassi, l’acqua è diventata una parte naturale del paesaggio: si estende, si muove, prende in prestito.

Scopri il Parco Nazionale di  Weerribben-Wieden

Paesi Bassi: Un paese legato all'acqua

Naturalmente, è nei parchi nazionali che i Paesi Bassi hanno adottato l’acqua come elemento paesaggistico. Un paesaggio sorprendentemente piatto dove il cielo e le acque, spesso si incontrano all’orizzonte.

Ne sono un esempio i  dipinti fiamminghi durante il Secolo d’Oro olandese (1584-1702). Questo ha permesso di rappresentare enormi formazioni di nubi immersi in una luce speciale.

Uno studio di artisti olandesi del periodo d’oro ha dimostrato che “era possibile prevedere il tempo guardando i dipinti. Infatti i loro dipinti ne sono un esempio vedi il  parco nazionale Weerribben-Wieden, vicino Giethoorn.

Questa zona paludosa di quasi 100 km2 rende questo parco il terzo più grande dei Paesi Bassi. Questo è anche il più esteso di torba del nord-ovest dell’Europa. Dal 14 ° secolo, si e’ iniziato l’estrazione del materiale organico fossile, la torba essiccata che poi servirà per  il carburante.

In questo luogo di pace, la fauna ha preso il suo agio. Gli ornitologi possono scoprire specie endemiche, come la sterna nera, garzette e cormorani. Oggi, il parco naturale di Weerribben-Wieden si presenta come un mosaico dove  laghi, canneti, canali e foreste ti permettono di scoprirlo in  bicicletta, a piedi o, naturalmente, in canoa.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.
A presto
Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments