2 parte – Scoprire le capitali Europee visitando i loro musei

2 capitali Europee che hanno vissuto un secolo d’Oro.

2 parte - Scoprire le capitali Europee visitando i loro musei

Nel XVII secolo i Paesi Bassi hanno vissuto  un secolo d’oro durante il quale il commercio, le scienze e le arti olandesi furono tra le più acclamate del mondo.

I pittori olandesi dominarono i generi pittorici della natura morta, la pittura paesaggistica e la pittura di genere.

Se ti può interessare puoi consultare il mio precedente post sui musei di Londra.

Musei delle capitali Europee – Amsterdam e Bruxelles

Rijksmuseum

2 parte - Scoprire le capitali Europee visitando i loro musei

Nel santuario della pittura del Seicento olandese, chiamato “The Golden Age” ci siamo imbattuti in Rembrandt, Vermeer, Frans Hals e altri.

 Il Rijksmuseum è ospitato in un edificio neo-gotico del 1885 progettato da Cuypers, l’architetto della stazione centrale di Amsterdam.

Attenzione! Fino al 2012, il Rijksmuseum rinnova tutte le sue sale. Tuttavia, le sue opere principali sono esposti al pubblico nell’ala Philips.

L’esposizione del  Rijksmuseum, “the Masterpieces” raccoglie  400 dipinti e sculture risalenti per lo più al XVII secolo.

pittori: Rembrandt, Frans Hals, Vermeer, Jan Steen, Pieter de Hooch, van Ruisdael, Jan Asselijn, Delftware …

Capolavori: La ronda di notte di Rembrandt,  La lattaia di Verneer, Il bevitore Frans Hals, Il Borgomastro di Delft e di sua figlia di Jan Steen, Vista di Harlem di Van Ruisdael.

Van Gogh Museum

2 parte - Scoprire le capitali Europee visitando i loro musei

Il più grande museo dedicato a Vincent Van Gogh, oltre un milione di visitatori all’anno.  Le opere sono esposte a rotazione: I dipinti, provengono  dalla collezione personale di Theo,  oltre 200 dipinti e 500 disegni, un quarto del lavoro di Vincent.

Il museo presenta  in ordine cronologico tutti i periodi creativi dell’artista, dai Paesi Bassi a Auvers-sur-Oise. Ti suggerisco di  visitarlo in bassa stagione o in occasione dell’apertura dei locali estivi.

Altrimenti, ti sentirai come in metropolitana nelle ore di punta!

pttori: Vincent Van Gogh, naturalmente. Ma il museo espone anche i suoi contemporanei, come Gauguin, Toulouse-Lautrec, Monet e Pissarro.

Opere di rilievo: Self-Portrait in un cappello di paglia, Girasoli, sedia di Gauguin,  casa di Vincent  ad Arles, Campo di grano con corvi.

Musées royaux des Beaux-Arts

2 parte - Scoprire le capitali Europee visitando i loro musei

Il  più grande museo in Belgio, noto per la sua collezione di primitivi fiamminghi (fase della pittura nelle Fiandre legata alla nascita della sua  straordinaria scuola, la più importante, con quella italiana), (, dipinti del XVII secolo (Rubens in particolare), ma anche del ventesimo secolo, tra cui i surrealisti.

Nati due secoli fa, i Musei reali di Belle Arti del Belgio contengono circa ventimila dipinti, sculture e disegni.

All’interno trovi il Museo di Arte Antica (quindicesimo al diciottesimo secolo), il Museo d’Arte Moderna (XIX – XX secolo), il Museo Wiertz,  il Museo Meunier e Museo Magritte.

Pittori: Hans Memling, Bosch, Lucas Cranach, Bruegel il Vecchio, Rubens, Ingres, Delacroix, David, James Ensor, Magritte, Paul Delvaux, Salvador Dalí, Giorgio de Chirico …

Capolavori: Le tentazioni di Sant’Antonio di Bosch, La caduta degli angeli ribelli di Bruegel,  Salita al Calvario di Rubens, L’uomo dal Mare di Magritte, Pigmalion di Delvaux.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

 

About the author  ⁄ Fabio

No Comments