Baia di Santander: una delle più belle al mondo

Santander, una destinazione prediletta dai reali di Spagna.

Per conoscere Santander e la sua baia maestosa, non c’è introduzione migliore del lungomare, il Paseo de Pereda. Molto popolare, l’arteria pullula di vita al mattino: passeggia con il tuo cane lì, bevi un caffè, ammiri la baia su una panchina, prendi la barca …

Eleganti edifici del XIX secolo si affacciano sulla baia. Sono dotati di balconi e angoli (vetrate) tipici di Santander. È anche uno dei viali più antichi della città.

È davvero sfuggito a uno dei suoi più grandi drammi: un gigantesco incendio, nel 1941. Rivela anche un imponente edificio con un grande arco, sotto il quale circolano le auto: l’Edificio Banco de Santander, uno dei emblemi della città, che dal 1923 ospita la sede del Banco Santander, la più importante banca spagnola.

Quest’ultimo fu creato nel 1857 sotto Elisabetta II, per facilitare il commercio tra il porto di Santander e l’America Latina. Al timone per generazioni e generazioni: la famiglia Botin.

La stessa donna che ha fondato la Botin Foundation (1964) e il Centro Botin Museum of Contemporary Art. Proprio di fronte, si affaccia sulla baia e sugli splendidi giardini di La Pereda, un grazioso angolo di natura al centro. Devono il loro nome al grande scrittore cantabrico José María de Pereda, come dimostra una grande scultura raffigurante scene dei suoi libri

Esplora la baia in barca

La baia di Santander è una meraviglia. Fa anche parte del “Club delle baie più belle del mondo”, insieme ad altri quarantadue, sparsi in tutto il pianeta.

Su una superficie di 23 km2, sembra immenso … Eppure lo era ancora di più in passato: quasi il doppio! In precedenza, le prime strade sul lungomare (e in particolare la passeggiata che avevamo appena fatto) non esistevano. La baia fu infatti modificata dal 18 ° secolo.

Per misurare la sua bellezza, niente è meglio di una passeggiata sull’acqua. Salgo a bordo di una barca della compagnia “Los Reginas”, che fornisce collegamenti regolari tra Santander, Pedrena e Somo (di fronte).

Un mezzo di trasporto come un altro, qui a Santander! Allontanandosi dal molo, la città si arrende nel suo insieme. Possiamo vedere chiaramente la sua costruzione su due livelli: sullo sfondo, gli edifici arroccati sulla collina e, in primo piano, le strade aggiunte che arrivano a “sgranocchiare” sulla baia.

Come se si riposasse sulle sue acque calme, il banco di sabbia “El Puntal” lungo 3 km è un paradiso per cormorani, gabbiani … frequentatori della spiaggia in estate. Il loro grande gioco: salutare i passeggeri! Dietro, una bellissima penisola boscosa rivela un edificio intrigante: il Palazzo della Maddalena, costruito all’inizio del XX secolo per il re Alfonso XIII.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments