Barcellona: Lontano dai sentieri battuti

Barcellona e i suoi tesori nascosti.

Barcellona: Lontano dai sentieri battuti

Associata a Gaudí, in spiaggia e alla festa, Barcellona è anche una città verde, dove è bello passeggiare all’ombra di pini e palme per esplorare aspetti meno noti della capitale catalana.

Scopri il monte Tibidabo

La chiesa arroccata sul monte Tibidabo è un po ‘la torre Eiffel dei catalani. Un luogo emblematico che annuncia l’arrivo nella città di Gaudí.

Per raggiungere questa montagna (512 m), è necessario avvicinarsi al parco della Collserola, il polmone verde di Barcellona, ??e prendere il tram blu. In circolazione dal  1901, questa tramvia corre lungo la magnifica Avenida Tibidabo, fiancheggiata da case moderniste, fino alla funicolare.

Pochi minuti dopo, la chiesa di Sagrat Cor emerge dalla foresta di pini e querce da sughero. La sua imponente facciata è solo un’illusione, poiché l’interno ricorda una piccola cappella tappezzata di mosaici del XIX secolo. Di fronte alla chiesa, il parco divertimenti Tibidabo, uno dei primi in Spagna.

Non esitate a scendere i sentieri segnati della montagna di Collserola in direzione dell’Osservatorio Fabra all’ombra dei pini marittimi. Inaugurato nel 1904, questo osservatorio è uno dei più antichi d’Europa e indubbiamente uno dei più interessanti, perché è ancora attivo. Gli studi climatici, sismici e astronomici vengono effettuati tutto l’anno (visite dell’osservatorio di domenica e giorni festivi).

Prenditi il ??tempo di soffermarti in questo luogo tranquillo prima di raggiungere la carretera de las Aguas un po ‘più in basso. Un’arteria più conosciuta dai barcellonesi che dai turisti, dove gli atleti e gli escursionisti della domenica si incontrano. Su questa cintura verde attraversata dalle due sorgenti che forniscono acqua alla città, Besos e Llobregat, i panorami sono unici.

Non esitate a chiedere a un deambulatore la strada giusta fino ai piedi della funicolare del Tibidabo. È lì che puoi raggiungere a piedi in 15 minuti a malapena la torre Bellesguard (visita su appuntamento). Questa opera dimenticata di Gaudí è anche una delle più sorprendenti. Ispirato da un castello medievale, Gaudí raggiunse l’impresa di combinare motivi art nouveau con uno stile neogotico piuttosto austero. Insolito e lontano dai circuiti turistici!

Poble Sec e il giardino dei cactus

Barcellona: Lontano dai sentieri battuti

Meglio conosciuta negli anni ’40 come la “piccola Parigi” per i suoi numerosi cabaret, bar e teatri, Poble Sec rimase una zona popolare e bohémien vicino a Piazza di Spagna. Una delle scene di danza contemporanea di Barcellona è ospitata nell’ex padiglione della Mercat de Flors World’s Fair del 1929. Un edificio quasi emblematico come l’Apolo Theatre Hall su Paral Lel Avenue e inaugurato nel 1904.

A Poble Sec, non esitare a spingere la porta delle sbarre (eccetto quelle della calle Blai, troppo turistica). In alcuni back-shop trasformati in scene effimere, si esibiscono attori dilettanti, come nel bar Tinta Roja (Carrer de la Creu del Mollers), dove una troupe francese si esibisce regolarmente.

A luglio, la festa di Poble Sec è in pieno svolgimento. Le strade sono illuminate con “correfocs” (fuochi artificiali), il suono della sardana (danza locale) e bastoners (spettacolo di bastoni) risuona nelle piazze. Questo è il momento di scoprire questi famosi “castellers” (castelli umani) registrati dal patrimonio immateriale del 2010 dall’Unesco.

Risalendo il passo Montjuic in direzione del Parco Mirador, un cartello indica i giardini di Costa i Llobera accanto ai giardini Miramar. L’ammissione è gratuita. Creati nel 1970 e intitolati a un autore di Maiorca, questi giardini di oltre 800 cactus e alberi subtropicali presentano le specie più esotiche del pianeta, che vanno dalle regioni desertiche alle zone di alta montagna. Un viaggio in terra lontana che offre una vista incredibile del porto commerciale di Barcellona.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto 

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments