Cerimonia per l’inizio lavori della linea ad alta velocita Tangeri – Casablanca

Marocco: Entro il 2015 il collegamento ad alta velocita Tangeri – Casablanca sarà operativo.

Cerimonia per l'inizio lavori  della linea ad alta velocita Tangeri - Casablanca

Una pietra é stata  posata a Tangeri il 29 settembre per celebrare l’inizio della costruzione della linea ad alta velocità verso Casablanca.

Le massime autorità dei due paesi erano presenti alla cerimonia, in quanto legati da relazioni molto strette ed il governo francese, e’sempre stato un grande sostenitore di questo progetto che collega in tempi rapidi le due città,

Secondo i piani, si prevede di costruire  i 200 kilometri ad alta velocità tra la città di Tangeri e quella di Kenitra, per il rimanente  percorso, i treni utilizzerebbero la linea già esistente ma ammodernata via Rabat fino Casablanca.

Costi della linea ad alta velocita

ONCF ha ordinato una flotta di 14 Duplex Alstom doppio ponte, treni in grado di viaggiare fino a 320 km / h sulla linea 25 kV in corrente alternata ad alta velocità e fino a 220 km / h su esistente rete 3 kV in corrente continua.

I costi del progetto si prevede che comprendono 10 miliardi di dirham per le infrastrutture, 5,6 miliardi di dirham per attrezzature ferroviarie e 4,4 miliardi di dirham per il materiale rotabile.

Il governo marocchino sta fornendo 4,8 miliardi di dirham nel finanziamento accanto a 1,9 miliardi di dirham provenienti da fonti francesi ed europee, mentre 12,3 miliardi di dirham sono stata avuti in prestiti, compreso un contributo 740 dirham dal Fondo del Kuwait per lo sviluppo economico e arabo.

Il Marocco potrà vantare di essere il primo Stato africano ad avere una linea ferroviaria ad alta velocità, non solo sarà  la prima linea ferroviaria ad energia pulita, sarà un esempio da seguire per tutti gli altri Paesi del mondo.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto,

Fabio.

About the author  ⁄ Fabio

No Comments