Le più belle stade del mondo – 3 parte

Un viaggio attraverso le più belle strade del mondo.

Concludiamo il nostro viaggio attraverso le più belle strade del mondo con questo ultimo capitolo.  Il viaggio è stato diviso in 3 parti, se non l’hai gia fatto puoi leggere qui la prima parte e la seconda parte.

Guida alle più belle strade del mondo

20. Strada di Keys – Florida – Stati Uniti

Situato sulla punta meridionale della Florida, Keys e’ un arcipelago di isole coralline, che percorriamo in macchina su una strada panoramica che porta al sorprendente Key Largo a Key West,  110 chilometri e 42 ponti! Il ponte di Seven Mile Bridge  attraversa per 11 chilometri  l’azzurro  Golfo del Messico. Si ha l’impressione di volare sopra l’acqua: awesome!

Da non perdere:il Parco delle Everglades e di Bahia Honda, il Key West con i suoi palazzi ed il suo spirito alternativo.

21.Icefields Parkway, Rocheuses –  Alberta – Canada

Nelle Montagne Rocciose, da Banff a Jasper, 250 chilometri di pura bellezza: montagne, laghi, foreste, caribù e più di 100 ghiacciai. La strada è in ottime condizioni, anche se  e’ consigliabile percorrerla da maggio a ottobre.

Sentitevi liberi di girovagare, tra  Moraine Lake, Maligne, e Mount Robson.

Da non perdere: Lake Louise, i Ghiacciai  Athabasca  e  Columbia, le cascate Athabasca e Sunwapta.

22. Cabot Trail – Nuova Scozia -Canada

Una strada scavata nella collina, lungo le acque cristalline, si snoda attraverso i boschi  del Parco Nazionale Highlands prima di giungere al mare: siete sulla Cabot Trail, un percorso di 300 km nella Nuova Scozia.

Da non perdere: La Skyline “la strada per il paradiso” dove facilmente puoi incontrare alci,. il sentiero Capo Oriente che attraversa Cape Breton, le belle spiagge di sabbia bianca di Ingonish.

23. Ruta 40 – Argentina

Route 40 attraversa l’Argentina da Nord a Sud, La Quiaca al confine boliviano a Capo Virgenes vicino Rios Gallegos nel sud della Patagonia.

Si corre lungo le Ande per più di 5000 miglia, di cui solo la metà asfaltate, attraverso una ventina di parchi nazionali .

Da non perdere: la Quebrada de Humahuaca, la Strada del Vino di Mendoza, Bariloche, El Calafate e il ghiacciaio Perito Moreno.

24. Valle Sacra degli Incas – Peru

Un percorso affascinante, che può essere raggiunto da Cuzco (32 chilometri), ripercorre le orme degli Incas, tra i siti di Pisac e Ollantaytambo da est a ovest.

La Valle Sacra degli Incas da Pisac  segue il corso del fiume Urubamba sino a Ollantaytambo.Sui fianchi delle montagne, gli Incas coltivano il mais che ancora oggi cresce sulle terrazze. Ci vogliono 2 giorni circa per la visita.

Da non perdere: Pisac, Urubamba, Ollantaytambo e Chinchero, a breve distanza.

25. Los Caracoles – via Transandine – Cile

Questa parte del percorso Transandine  (350 km che collega Santiago a Mendoza, Argentina), attraversa la catena delle Ande:  è impressionante!.

A 152 km da Santiago, la strada sale quasi 700 metri di dislivello in 20 km, stretta tortuosa termina alla galleria del Cristo Redentore, al confine con l’Argentina.

La vista dall’alto, è sufficiente per farvi vertigini, è  la cugina, versione emisfero sud, del percorso dei Troll dalla Norvegia.

Da non perdere la vista della Aconcagua (6962 metri), il lato argentino, la fonte di Puente del Inca.

26. Linha Verde – Bahia -Brasile

La Greenway percorre il nord dello stato brasiliano di Bahia, lungo la costa da Salvador a Mangue Seco per 145  km.

E’ stata inaugurata nel 1993 ma costruita alla fine degli anni ’60, denominata la ” Strada del cocco”. Lungo il suo percorso possiamo ammirare da una parte il mare con spiagge di dune e palme, e sull’altro versante la foresta atlantica primordiale ( Mata Atlantica).

Si incontrano villaggi isolati di pescatori e spiagge bianche lunghe decine di km.

Da non perdere: Praia do Forte e le tartarughe, Mangue Seco, Imbassai.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

 

 

 

About the author  ⁄ Fabio

No Comments