Copenaghen é diventata il centro di una vasta area metropolitana

L’area metropolitana di Copenaghen comprende 5 quartieri.

Copenaghen è diventata il centro di una vasta area metropolitana

Noi immaginiamo una tranquilla cittadina del nord, con strade medievali attraversata da biciclette.

La realtà é ben diversa, Copenhagen è ricca di vitalità: Edifici storici a fianco di ambiziosi progetti architettonici, strade fiancheggiate da negozi di design in contrasto con il quartiere Christiania,un’ alternativa enclave artistica, dove le persone conducono la vita bohemien.

Indipendentemente dal quartiere, Nyhavn (foto), o Norrebro Vestebro,prevale l’atmosfera creativa e rilassata.

Copenaghen Classica

Copenaghen è diventata il centro di una vasta area metropolitana

La Danimarca è orgogliosa di avere una delle più antiche monarchie del mondo.

La famiglia reale possiede ancora una residenza nel centro della città: Amalienborg (foto), quattro palazzi del XVIII secolo in stile rococò, in una piazza maestosa ottagonale. Come a Londra, il cambio della guardia è un momento tanto atteso.

Solo il palazzo Christian VIII è aperto al pubblico, in altri punti della città, puoi visitare altri palazzi, come Castello di Rosenborg, un palazzo rinascimentale del XVII secolo trasformato in museo dove si possono ammirare gli oggetti privati appartenenti ai preali, tra cui la superba collezione di gioielli.

Da visitare il Palazzo di Christiansborg, che ospita il Parlamento, la Corte Suprema e la residenza del Primo Ministro e gli appartamenti riservati alla famiglia reale (aperti al pubblico).

La lobby contiene una serie di arazzi che traccia più di 1000 anni di storia. I primi occupanti si sono trasferiti a Copenhagen nel 1043.

Da non perdere: il Kastellet, una fortezza ispirata a quelle di Vauban non lontano della famosa statua in bronzo  della Sirenetta  – Simbolo della città, e la Torre Rotonda, che offre un panorama a  360 °.

Due musei meritano una visita: il Nationalmuseet che ripercorre 1000 anni di storia della Danimarca e la Ny Carlsberg Glyptotek con la sua bella collezione di quadri (Cézanne, Gauguin, Matisse, Van Gogh …).

Christiania, l’enclave anticonformista

Copenaghen è diventata il centro di una vasta area metropolitana

Christiania è l’altra faccia di Copenhagen. Questo quartiere auto-proclamatosi “città libera” occupato dal 1971 da una communità a margine di un sistema che opera sul principio di autogestione della comunità.

Hippies, squatter e disoccupati presero possesso di una base militare in piena crisi immobiliare.

Si ritiene che vi vivano attualmente 1000 persone.

Recentemente, il primo ministro Rasmussen ultra-conservatore, insieme con l’estrema destra, ha voluto trattare l’occupazione con Christiania.

Lo Stato voleva recuperare la terra, ma un accordo è stato trovato il 21 Giugno 2011: I residenti potranno acquistare le loro case. Christiania è (temporaneamente?) salvata.

L’atmosfera underground e liberatoria attira curiosi. Christiana è oggi una delle principali attrazioni turistiche della città.

Non c’è molto da fare, eccetto l’atmosfera speciale di una esperienza unica in Europa.

Ai margini di piccole gallerie, caffè, si intravedono ancora alcuni stand di cannabis, anche se il commercio è vietato dal 2005.

In alcune strade è vietato fotografare!

Un laboratorio di architettura

Copenaghen è diventata il centro di una vasta area metropolitana

E ‘in Ørestad, nei pressi dell’aeroporto che si manifesta la nuova ambizione architettonica della città.

Questa parte della città 10 anni fa era terra di nessuno.

Oggi, passando per il quartiere con lo Skytrain, è possibile vedere edifici spettacolari come il nuovo Bella Sky Comwell, una struttura di design alta 23 piani e formata da due torri che si innalzano una di fronte all’altra, con 814 camere (di cui uno completamente riservato alle donne), o il Koncertuset (foto), un cubo blu disegnato da Jean Nouvel, che ospita la città della musica.

Nel centro sono sorti negli ultimi anni grandi progetti: la nuova Opera Henning Larsen, un colosso di 41.000 metri quadrati,  di fronte al teatro Det Kongelige Teater, la cui terrazza del suo magnifico  bar  offre una vista panoramica sul fiume .

Sempre al bordo dell’acqua,puoi trovare l’estensione della Biblioteca Reale battezzato il Diamante nero, un edificio in granito nero e vetro fumé che ospita gli scritti di grandi autori danesi come Hans Christian Andersen Karen Blixen e il Museo di fotografia.

Da non perdere, il Museo Ebraico, ospitato in un edificio del 17 ° secolo e rinnovato dall’architetto Daniel Libeskind.

Alla periferia della capitale, altri due musei dedicati all’arte moderna e contemporanea meritano una visita  per le loro collezioni come per  la loro struttura: Louisiana e Arken.

da vedere il  Danish Architecture Center, un piccolo museo  firmato dall’architetto  danese Henning Larsen al cui  interno trovi  un’eccellente libreria e una piacevole caffetteria.

Copenaghen una città in festa

Copenaghen è diventata il centro di una vasta area metropolitana

Anche quest’anno, Noma è stato votato miglior ristorante del mondo dalla rivista britannica Restaurant magazine.

Altri Chef seguono  le orme di René Redzepi: Diversi ristoranti hanno  una reputazione internazionale. Copenhagen è una città dove si mangia bene , essendo una città di mare non può mancare il pesce.

Vuoi un pranzo veloce? Da degustare gli smørrebrød, panini tipici danesi che si trovano ovunque.

Alcuni ristoranti  hanno elaborato i loro famosi panini come  bio Aaman, o il Caffè Reale, la caffetteria del negozio Royal Copenhagen.

Più turistico,  ma altrettanto amichevole, Nyhavn, con le sue case colorate che costeggiano il canale, è una Mecca per gli amanti del cibo. In serata, si consiglia di fare come i danesi un  picnic lungo il canale.

Se devi uscire,diversi quartieri sono in concorenza con Vesterbro vicno alla stazione centrale, la via commerciale è fiancheggiata da ristoranti e bar alla moda Istedgade.

Nelle vicinanze, il “Meatpacking District” Kodbyens, è “la” zona notte dove la gente viene a fare festa, da Jolène, DJ bar o Fiskbaren, ristorante di pesce chic e alla moda.

Questa zona è sempre piena, ma non ha il fascino di Norrebro (foto), un quartiere multietnico, popolare con la propria micro-fabbrica di birra, numerosi bar e diversi locali e sale da concerto.

Per ulteriori informazioni

Copenaghen è diventata il centro di una vasta area metropolitana

Ufficio del turismo della DanimarcaUfficio del turismo Copenaghen – Come arrivare

Dove dormire

Dove mangiare

Aamans – Fiskebar

Prendere un bicchiere

Norrbro Bryghis: Ryesgade 3. Un microbirrificio su due piani che offre una vasta selezione di birre. Il luogo è anche ristorante e sala  concerto.

Bang&Jensen: Istedgade 130. Un bar- ristorante vivace arredato con materiale recuperato dalle  strade di vesterbro

Rust: Guldbergsgade 8. La discoteca da non perdere con concerti e serate.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

 

 

About the author  ⁄ Fabio

No Comments