Cuba liberalizza il wifi e passa al 4G

Dopo tanti anni senza internet anche Cuba si adegua agli altri paesi.

Cuba liberalizza il wifi e passa al 4G

La compagnia di telecomunicazioni cubana Etecsa ha appena annunciato che il paese si sta trasferendo alla 4G. Forse attirerà più turisti con questo nuovo servizio.

Dalle sue colorate facciate, fatiscenti dall’aria marina e dalle vecchie Cadillac degli anni ’50, l’Avana conserva tutto il fascino di una città del passato.

Un’immagine retrò perfetta per Instagram diranno alcuni. Peccato per coloro che desiderano condividere le loro vacanze a Cuba, il paese è uno di quelli in cui Internet è il più limitato al mondo, con 5,3 milioni di linee identificate per 11,2 milioni di abitanti .
La maggior parte dei cubani non ha internet a casa. A un dollaro all’ora per uno stipendio mensile medio di circa $ 30, la connessione è troppo costosa.

Per i turisti che cercano una parvenza di rete, l’isola ha 1.200 zone WiFi e 670 sale di navigazione dove è possibile connettersi alla stessa velocità. A questo prezzo, le vacanze nell’arcipelago caraibico possono essere paragonate a un soggiorno “digital detox” forzato. Nel 2014, durante una visita sull’isola, Eric Schmidt, allora presidente di Google, osservò che il web era “bloccato aglii anni ’90”.

Una rete 3G quasi satura

Da allora, il paese che ha accolto più di 4 milioni di turisti nel 2017, si sta gradualmente aprendo al mondo. Come diretta conseguenza di anni di chiusura al liberalismo e al capitalismo, questa restrizione nell’uso delle nuove tecnologie e l’accesso alle informazioni sembra essere in via di estinzione.

Lo scorso dicembre, la società di telecomunicazioni statale Etecsa ha autorizzato l’accesso a Internet mobile nel paese.
Da allora, la società pubblica ha annunciato che questo servizio di telefonia mobile sarà ora migliorato da una rete 3G a 4G. In effetti da tre mesi, il 3G è già saturo. Secondo Etecsa, “il 7% degli utenti (3G) rappresenta il 52% del traffico”. Il servizio di quarta generazione dovrebbe essere installato in forma sperimentale alll’Avana settentrionale per “10.000 utenti che sono utenti di Internet pesanti”, prima di essere gradualmente esteso all’intero del paese, ha annunciato in televisione il regista di Etecsa, Eliecer Samada, giovedì 6 marzo. Una notizia che dovrebbe deliziare i futuri turisti dell’arcipelago.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments