Visto: la Cina impone la raccolta delle impronte digitali

A partire dal 15 luglio, i viaggiatori che desiderano visitare la Cina dovranno presentare le loro impronte digitali durante l’applicazione, salvo casi eccezionali.

Un obbligo già in vigore per il Canada o il Regno Unito e che ora si estende all’Italia. Sono esenti da questa misura: bambini sotto i 14 anni e persone oltre i 70 anni; persone che hanno già registrato le loro impronte digitali (con lo stesso passaporto) presso la stessa ambasciata o consolato cinese in meno di 5 anni e persone le cui 10 dita sono state danneggiate o che non sono state rilevate impronte digitali .

I viaggiatori dovranno recarsi fisicamente all’Ambasciata Cinese a Roma.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments