Emirates e Air France-KLM dichiarano guerra ai costi dovuti al prezzo del petrolio

Con l’aumento del prezzo del petrolio sono diminuiti i profitti delle compagnie aeree.

Emirates e Air France-KLM dichiarano  guerra ai costi dovuti al prezzo del petrolio

In seguito all’elevato prezzo del petrolio in congiuntura con la lenta crescita dell’economia mondiale, l’ordine del giorno delle compagnie aere e’ la riduzione dei costi.

Emirates Airline, Air France-KLM e Scandinavian Airlines hanno dichiarato guerra ai costi. La compagnia aerea con sede a Dubai dice che sta avendo ripercussioni sulla sua struttura dei costi, mentre Air France -KLM si è impegnata con i sindacati per cercare ulteriori risparmi sulla scia di risultati negativi.

“L’ostinazione del prezzo del petrolio ci sta dando preoccupazioni circa la linea di fondo,” Emirates Airline Tim Clark dice il presidente Airline Business. “Poiché il tasso di crescita del nostro profitto è diminuito a causa del prezzo del petrolio dobbiamo rivedere i nostri costi”.

Clark ritiene che il prezzo del petrolio sia la causa principale dei problemi subiti dall’ economia globale, ed ha determinato una “fragilità” della domanda di base per i viaggi aerei: “Siamo tutti un po’ ‘preoccupati per ciò che sta accadendo nell’ economia globale e la volatilità dei mercati E quando c’è volatilità, ha un effetto negativo sulla domanda “.

L’unità di costo per Emirates non influenzerà la crescita della compagnia, dice Clark, ma ammette che ci dovrà essere più attenzione.

Clark aggiunge che il team di gestione Emirates sta cercando di impostare alcuni parametri abbastanza rigidi in materia di riduzione dei costi

“Siamo stati totalmente concentrati sulla crescita – forse dietro le quinte, alcuni di questi costi sono cresciuti ad un ritmo maggiore,” dice. “abbiamo avuto modo di analizzare a fondo i costi della struttura e stiamo cercando, dove possiamo di ridurli dal 5% all’8%”.

Egli fa notare che, con i costi della compagnia aerea che si aggirano intorno ai $ 20 miliardi, una piccola riduzione in percentuale “renderà la vita più facile sulla bottom line”(linee di fondo)

Parte dello sforzo coinvolgerà la gestione dei flussi di reddito della compagnia aerea, ma Clark sostiene che non necessariamente saranno aumentate le tariffe:. “Dobbiamo valutare i segmenti in cui operiamo e cercare di migliorare la qualità del lavoro all’interno di tali segmenti”

Traiettoria di crescita

Tuttavia, Clark sottolinea che il programma di efficienza non avrà alcun impatto sulla traiettoria di crescita Emirates:. “Stiamo continuando a crescere il nostro piano business come stabilito”

La nostra flotta passeggeri crescerà dagli attuali 147 a 185 aerei entro marzo 2013.

I vecchi Airbus A330/A340 e Boeing 777 classic saranno rimpiazzati dai nuovi Airbus A380 e Boeing 777-300ER. “Nel settembre 2013, avremo 44 A380 e la maggior parte dei nostri 101 777-300ER”, aggiunge Clark.

L ‘amministratore delegato Pierre-Henri Gourgeon della compagnia Air-France -KLM ha fatto del debito una priorità assoluta e mira ad aumentare il flusso di cassa riducendo i costi.

Dopo l’incontro con i sindacati, ha detto Gourgeon le misure comprendono il mantenimento del blocco delle assunzioni e richiede ad ogni divisione di “definire piani di risparmio strutturali per ridurre i costi fissi, risparmiare denaro e migliorare l’adattabilità”.

Egli dice che le misure sono state rese necessarie da scarsi risultati finanziari che sono stati inferiori ai principali concorrenti europei “, indicando un gap strutturale di competitività a spese di Air France”.

La compagnia aerea franco-olandese ha aumentato il suo obiettivo di “Challenge 12” programma di risparmio dei costi da € 470 milioni ($ 663.000.000) a € 500 milioni per l’esercizio in corso dopo aver registrato una perdita netta di € 197 milioni nel suo primo trimestre.

SAS punta a ridurre i costi unitari fino al 5% con la sua strategia 4Excellence. L’Amministratore delegato di Rickard Gustafson ha detto che entro il 2015 SAS vuole apportare miglioramenti al suo piano commerciale,alle vendite, e alle divisioni operative con la costruzione di una piattaforma sviluppata dalla precedente strategia Nucleo SAS, che ha ridotto i costi unitari del 23% dal 2008.

Il risparmio sarà ottenuto attraverso una combinazione: continua riduzione dei costi ma ponendo l’accento sul miglioramento della produttività.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrita’ fisica.

A presto,

Fabio.

About the author  ⁄ Fabio

No Comments