Filippine – Isola di Boracay chiusa ai turisti per 6 mesi

Dal 26 Aprile non si potrà raggiungere l’isola causando non pochi problemi  alle strutture alberghiere.

Filippine - Isola di Boracay chiusa ai turisti per 6 mesi

Le Filippine vieteranno ai turisti, per sei mesi, l’isola di Boracay, una destinazione popolare diventata una vera “fossa settica”.

L’isola popolare di Boracay nelle Filippine sarà chiusa ai turisti per 6 mesi. Secondo il presidente Rodrigo Duterte, il litorale di quest’isola si è trasformato in una “fossa settica” a causa della negligenza dei bar e degli hotel. Questo divieto si applicherà dal 26 aprile 2018, secondo un annuncio sull’account Twitter del portavoce del Presidente, Harry Roque. Quest’ultimo non ha dato maggiori dettagli.

Questa decisione potrebbe mettere a repentaglio il lavoro di migliaia di persone che lavorano su quello che è uno dei gioielli turistici dell’arcipelago. L’isola ospita circa due milioni di turisti ogni anno e genera $ 1 miliardo per l’economia filippina.

Nel febbraio 2018, Rodrigo Duterte aveva accusato gli alberghi e i bar dell’isola centrale dell’arcipelago di versare i loro liquami direttamente in mare, mentre il Ministero dell’Ambiente, nel frattempo, ha dichiarato che 195 imprese e 4.000 persone sull’isola non erano collegate a sistemi fognari.

Le acque cristalline di questa minuscola isola ad alto traffico e le sue spiagge di sabbia bianca si sono trasformate in una “fossa settica che puzza di odori sgradevoli “, ha detto il presidente delle Filippine, noto per la sua propensione a non usare mezzi termini.

Professionisti preoccupati
Le conseguenze di questa chiusura si sono fatte sentire  da quando le compagnie aeree hanno annunciato giovedì 5 aprile che avrebbero ridotto il numero di voli per l’isola. Alcuni professionisti di Boracay non hanno nascosto le loro preoccupazioni su questo annuncio.  L’isola, che ospita già più di 500 hotel, impiega 17.000 persone, senza contare gli 11.000 impiegati edili che lavorano a nuovi progetti.

Il mese scorso, il Sottosegretario all’Ambiente Jonas Leones ha dichiarato  che l’attuazione di una chiusura potrebbe implicare che il traghetto interrompa la sua rotazione verso l’isola, o che le spiagge siano puramente e semplicemente vietate, con lo spiegamento di forze di polizia, se necessario.

Alcuni esperti, tuttavia, sono sorpresi della chiusura dell’isola di 10 chilometri quadrati a 300 chilometri a sud di Manila, soprattutto da quando il governo ha dato il via libera al gigante Macanese Galaxy Entertainment per la costruzione il prossimo anno di un nuovo casinò e resort a $ 500 milioni.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto 

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments