Fly and Drive: Progetto innovativo per promuovere il turismo in Liguria

In Liguria dal 1 gennaio 2012 con Fly and Drive il volo lo paghi e l’auto la paga l’albergo.

Fly and Drive: Progetto innovativo per promuovere il turismo in liguria

Dal 1 gennaio 2012 parte il progetto fly and drive, iniziativa ideata dagli operatori turistici e dalla regione Liguria per incentivare il turismo promuovendo l’uso dell’auto.

Questa iniziativa è prima nel suo genere in Europa. Gli alberghi che aderiranno all’iniziativa fly and drive  si faranno carico del pagamento del noleggio a un prezzo convenzionato con diverse società, fra cui  Avis, Hertz e la ligure Blurental.

Gli aeroporti interessati a questo progetto sono:

Milano Malpensa, Milano Linate,Torino, Orio al Serio, Pisa, Verona,  Nizza e ovviamente il Cristoforo Colombo di Genova.

Cosa prevede l’iniziativa Fly and Drive?

Il turista che arriva in aereo in liguria potrà usufruire di un auto a noleggio per l’intero soggiorno pagando soltanto carburante e pedaggi autostradali.

Trovo questo progetto innovativo e intersesante sopratutto in un momento di crisi globale, senza dimenticare che nella regione Ligure si è aggiunta l’alluvione alle 5 terre che ha causato ulteriori danni all’economia.

Sono convinto che questa iniziativa porterà un incremento delle presenze nella regione che in questo momento ne ha proprio bisogno,  spero tuttavia che le strutture alberghiere applichino tariffe competitive per indurre i turisti a venire in Liguria.

Spero che questo iniziativa porterà anche altre nuove idee per promuovere la regione, come ad esempio:

wi-fi gratuito nelle città di Genova, Savona, Imperia, San Remo, una city card che ti permetta di visitare le città o regione con i bus, miglioramento dei trasporti pubblici e della sua rete, etc…

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

fonte: Regione Liguria

A presto

Fabio

 

 

 

About the author  ⁄ Fabio

No Comments