Grecia – Il museo di Atene ricrea l’odore di Afrodite

Dopo 18 mesi, il museo ha creato il suo profumo “Rosa di Afrodite”.

Grecia - Il museo di Atene ricrea l'odore di Afrodite

Il Museo Archeologico Nazionale di Atene, ha inaugurato una mostra lo scorso maggio su “Gli innumerevoli aspetti della bellezza”. In questa occasione, il team scientifico ha lavorato per ricreare una fragranza millenaria, indossata da uomini e donne durante l’antichità.
Per gli archeologi del museo di Atene, era un sogno: ricreare, da documenti antichi, un profumo indossato nell’antichità. Il sogno è diventato una realtà che può essere vista, o meglio sentita, in una mostra dedicata. Un’esposizione pensosa per “stimolare tutti i sensi dei visitatori”, dichiara il direttore dello stabilimento Maria Lagogianni. La scoperta olfattiva e la novità che non mancheranno di segnare gli spiriti.

“Rosa di Afrodite”

Il team scientifico del Museo Archeologico Nazionale di Atene ha collaborato con il marchio di cosmetici naturali greci Korres per sviluppare questo profumo, “Rose d’Afrodite“, che è stato indossato nell’antichità. Ci sono voluti diciotto mesi di lavoro per ricreare la fragranza delle fonti testuali raccolte da tutte le biblioteche della Grecia.

Le componenti di questi profumi, infatti, erano state registrate durante l’antichità su tavolette di terracotta, che elencavano le azioni commerciali provenienti dai palazzi micenei. Questo primo lavoro archeologico, tuttavia, non ha fornito informazioni su come ottenere il profumo e sulle tecniche di distillazione utilizzate dagli antichi.
Come Lena Korres ha dichiarato , chimico e co-fondatore del marchio Korres, due antiche fonti sono state principalmente studiate per ottenere una distillazione il più vicino possibile alle tecniche ancestrali. Le storie di Teofrasto e Dioscuride, padre del botanico e farmacista dell’antichità, furono convocate per arrivare alla giusta disposizione dei diversi ingredienti.

Ulteriore difficoltà, gli scienziati hanno quindi dovuto ottenere le piante necessarie per creare il profumo, tra cui Alkanne, che gli conferisce il suo famoso colore rosso. Piante e radici furono pazientemente dissotterrate in tutto il territorio greco.
Diciotto mesi dopo, il risultato può essere sentito al National Museum of Archaeology. Una “Rosa d’Afrodite” tinta di rosso, con profumi di rosa, coriandolo e salvia. Per Lena Korres, “come scienziato greco, è stata un’esperienza magica essere in grado di creare l’aroma dei nostri antenati”. Un profumo antico senza precedenti che dovrebbe essere affiancato da altre due fragranze, entro la fine della mostra, nell’estate del 2019.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments