Iata annuncia il ritorno al traffico aereo pre-crisi … nel 2023

Fortemente colpito dalla crisi del coronavirus, il trasporto aereo richiederà anni per riprendersi, secondo le previsioni dell’International Air Transport Association (Iata).

modern airplane on airport runway grounded with red jet plane engine against wet concrete apron background. Aerial top front closeup wide view of passenger aircraft on ground. Air travel banner

Il recupero sarà lento, molto lento. Questo è il messaggio dell’International Air Transport Association (Iata) del 13 maggio. Secondo la Iata , il trasporto aereo non dovrebbe tornare al suo livello di traffico prima del 2023 con, in primo luogo, un riavvio sulle rotte nazionali questa estate, seguito da una ripresa molto graduale del traffico internazionale.
Nel 2021, il traffico di chilometri passeggeri a pagamento dovrebbe essere inferiore del 24% rispetto al 2019, sulla base di una ripresa che inizierebbe nel terzo trimestre del 2020 con il rilancio dei voli nazionali.

Ma il rilancio del settore aereo dipenderà quindi dalla velocità con cui riapriranno i confini, dal ritmo della crescita globale e dall’impatto sul segmento a lungo raggio. Perché quest’ultimo “sarà molto più grave e durerà più a lungo”, afferma Iata.

Iata contraria alle misure di quarantena all’arrivo
Una scoperta rafforzata dai risultati di un sondaggio condotto da Iata. Il 58% dei passeggeri intervistati inizialmente limiterebbe i loro viaggi a pochi giorni nel loro paese, cosa che molti stati tra cui la Francia sono attualmente incoraggianti. Si noti che in caso di restrizioni al traffico prolungate nel terzo trimestre del 2020, il calo del traffico nel 2021 sarebbe di circa il 34%.
Il direttore generale di Iata, Alexandre de Juniac, chiede pertanto “misure comuni di sicurezza sanitaria” e una combinazione di queste misure (indossare una maschera, controllare la temperatura dei passeggeri, ecc.). D’altra parte, l’organizzazione è contraria alle misure di quarantena per i passeggeri in arrivo perché “il 69% dei viaggiatori rifiuta di viaggiare in caso di quarantena di 14 giorni”, secondo il sondaggio condotto da Iata.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments