Il Museo del Parmigiano Reggiano, un viaggio attraverso i segreti del re dei formaggi italiani

Il Parmigiano, un formaggio con una lunga tradizione.

Il Museo del Parmigiano Reggiano, un viaggio attraverso i segreti del re dei formaggi italiani

Una procedura lunga accompagnata ogni giorno con una passione e una competenza che solo pochi maestri casari possono vantare .

Il Parmigiano Reggiano viene prodottocon  il latte da mucche della  grande pianura bagnata dal fiume Po , dalle province di Parma , Reggio Emilia e Modena e parte delle province di Mantova e Bologna .

Più di 4.000 caseifici lavorano nella preparazione e nella maturazionedei pezzi cilindrici  di parmigiano prima del marchio  del  Consorzio del Parmigiano Reggiano , cioè della  marcatura col fuoco che attesta la conformità ai requisiti della Denominazione di Origine Protetta (DOP )

Tutti i segreti di lavorazione e raffinazione del Parmigiano Reggiano si possono visitare nell’  ex castello del XIX secolodella Corte Castellazzi a Soragna , una piccola cittadina a circa 30 kilometri a nord ovest  di Parma e tra i principali siti di produzione di questo tipico formaggio italiano .

Nelle sale delle vecchie formaggerie della  famiglia Meli – Lupi sono esposti  oggetti legati alla produzione del parmigiano: più di un centinaio di pezzi che risalgono al XIX secolo e all’inizio del XX secolo , immagini, foto d’epoca e disegni che illustrano i passaggi fondamentali nella produzione del formaggio .

Il museo illustra in dettaglio il processo di produzione del Parmigiano , dalla raffinazione e commercializzazione su grande scala .

Nelle stesse sale  sono indicati i diversi usi del parmigiano, dalla cucina così come la storia del re dei formaggi italiani , un lungo viaggio a ritroso nel tempo alle origini medievali di questo prodotto presente sulle tavole di tutto il mondo

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments