Il Sudafrica e i suoi giardini

I giardini del Sudafrica sono un museo a cielo aperto.

Il Sudafrica e i suoi giardini

Il Sudafrica  e’ rinomato  per la bellezza dei suoi paesaggi, il mitico Capo di Buona Speranza, i vigneti e il dinamismo di Città del Capo, La provincia del Capo  ha un tesoro sconosciuto , se non nascosto dai suoi giardini.

Testimonianza  della ricchezza della flora locale, botanica, selvatica o privata, che invita a belle passeggiate.

I giardini botanici , di Kirstenbosch a  Stellenbosch

Dieci giardini botanici nazionali del Sud Africa, la Penisola del Capo si concentra la più interessante, frutti con una meticolosa attenzione a queste latitudini .

Con 45 gradi le temperature in estate, i giardini e le rose bianche iceberg, dalla nostalgia tutta inglese  richiedono un irrigazione col conta gocce . Le piante endemiche, rimangono sobrie. L’imposta sull’ acqua viene  pagata in proporzione alle tasse.

Gli alberi  esistono sulla costa e la pianura. Eucalipto, alberi di canfora, Araucaria, Melia viola, grevillea gialle,  bohinias o piante di  orchidee sono tra le più belle del mondo. Oltre le belle vecchie querce, originariamente chiamato Stellenbosch “Città delle Querce”, dove ogni albero viene sostituito o rispettato!

 Kirstenbosch Botanical Gardens (Sud del Capo)

Primo orto botanico creato nel 1913 e classificata dall’Unesco. 36 ettari di contesti educativi botanici, ai piedi della Table Mountain. Per una giornata in famiglia attorno alla brughiera, alberi di canfora, proteas, agrumi e altre meraviglie colorate. Da non perdere lo Strelitzias Reginae, o “uccelli del paradiso” arancione e blu, dedicato a Mandela.

Il Giardino botanico nazionale di Harold Polter (Eastern Cape)

Il mio preferito per la sua atmosfera autentica e il suo paesaggio che sprofonda nelle  montagne calcaree. Rinomato per il suo giardino orchidea rossa Disa Kloof.

Giardino botanico Stellenbosch (Eastern Cape)

Sala da tè di incanto nel cuore delle collezioni bonsai e 3000 specie notevoli. Da non perdere le strade vicine, le ville coloniali e i tendoni  da sole in metallo.

per ulteriori informazioni visita il sito SANBI

I giardini aperti al pubblico

Un’atmosfera  da “Via col vento” per queste magnifiche aree dall’ architettura di origine olandese afrikaner “Cap dutch ” tetto di paglia e frontone bianco . Ne restano circa 140 a Città del Capo, per lo più sulla Strada del Vino. Tutti ordinati, essi sono spesso accompagnati da un portico con una campana, una volta utilizzato per chiamare gli schiavi.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto
Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments