Il Ticino, una passeggiata nella Svizzera Italiana

La Svizzera Italiana, un territorio dal clima Mediterraneo

Il Ticino, una passeggiata nella Svizzera Italiana

Situato a sud delle Alpi, circondato dal lago Maggiore e dal Lago di Lugano (foto), il Ticino è l’unico cantone svizzero dove tutti gli abitanti parlano la lingua di Dante. Il Ticino ha sempre avuto una forte influenza italiana.,

Si distingue anche per la sua diversità di ambienti,. infatti, questa regione ha una varietà incredibile di paesaggi: montagne, valli strette e laghi selvaggi e città piacevoli.

Godendo di un clima mite e soleggiato, la Svizzera italiana offre molte opportunità per escursioni a piedi, per le attività sportive, ma anche per riposare sulle rive dei laghi o nei suoi piccoli villaggi di montagna.

Qui, tuttavia, la natura può essere combinata con la cultura. Anche il cibo é fortemente influenzato dall’ Italia, e il patrimonio architettonico e storico é di particolare interesse.

Dal lago Maggiore alla Valle Verzasca a Bellinzona e Lugano, il Ticino, unisce la precisione svizzera con la fantasia italiana, ha tutti gli ingredienti di una vacanza di successo. Un’ altra svizzera, da scoprire.

Il Ticino, un cantone a sé

Il Ticino, una passeggiata nella Svizzera Italiana

Quando piove a dirotto a Zurigo o Ginevra, è probabile che il sole splenda a Lugano. Il Ticino, situato a sud delle Alpi, tra le montagne e la pianura della Lombardia, è un cantone indipendente della Svizzera.

Con 2200 ore di sole all’anno (contro i 1500 a Zurigo) il clima del Ticino é paragonato al Sud dell’Italia.

Il Cantone é tra i più montuosi della Svizzera, con valli strette, il Ticino mostra una grande varietà di paesaggi in una piccola area (1812 km2).

In pochi chilometri, si passa dalla neve alle rive dei laghi.

Il territorio presenta una vegetazione fitta, alpina e mediterranea allo stesso tempo. Sui pendii delle montagne trovi alberi di castagno e di noce, nelle valli i vigneti ma anche camelie, rododendri, aranci, limoni e palme lungo i laghi.

A lungo isolata dal resto della Svizzera per le sue cime alpine, il Ticino è l’unico cantone di lingua italiana, a differenza dei Grigioni, dove la popolazione parla anche tedesco e il romancio.

Fece parte della Lombardia fino al XIV secolo, in seguito al ducato di Milano, il Ticino ha accumulato i segni della Italianità : un’ architettura del Nord Italia, cucina lcon accenti lombardi e uno stile di vita molto simile a quello italiano.

La differenza però, sta nei treni e funivie, sempre puntuali: il Ticino anche ereditato l’accuratezza e la tempestività svizzera!

La luce dei Laghi

Il Ticino, una passeggiata nella Svizzera Italiana

Colori, luce e forme … Dalle montagne di un verde scuro alle acque cristalline dei laghi . Il cielo si riflette in una tavola di colori che vanno dal grigio al blu, che cambia durante lo scorrere delle ore.

Sulla riva, come sospese nei fianchi delle montagne, le case colorate dei villaggi scendono verso l’acqua. Come possiamo rimanere indifferenti dal fascino del Lago Maggiore e il Lago di Lugano?

Grazie a queste due perle blu, immerse nel profondo delle montagne, il Ticino deve la sua fortuna al turismo .

In seguito all’ apertura del tunnel del Gottardo nel 1882, il Ticino si rivolse al nord delle Alpi, confluendo molti turisti tedeschi attratti dal suo clima.

Hermann Hesse, Hans Arp, Max Frisch e Friedrich Nietzsche sono stati tra gli ospiti illustri dei laghi ticinesi. Ancora oggi, il tedesco é ritenuta la seconda lingua del cantone.

I laghi ticinesi sono capolavori naturali, immersi in un clima mite d’inverno, e l’ estate subtropicale.

L’atmosfera mediterranea palpabile intorno al Lago Maggiore, con le sue sponde fiorite e le sue spiagge.

Più piccolo e più intimo, il Lago di Lugano estende le sue braccia tre valli strette e fiancheggiate da graziosi villaggi, palme e ulivi.

Oltre ai molti sport acquatici e le escursioni, devi provare una crociera sui laghi per apprezzarne la bellezza.

Da ammirare sul lago maggiore: le Isole di Brissago, a 15 minuti dalla elegante stazione balneare di Ascona. Grazie ad un micro-clima, queste isole al riparo dal vento delle montagne contengono una meraviglioso giardino botanico, con oltre 1.500 specie di piante provenienti dal Mediterraneo, Sud Africa, Asia, America e Oceania.

Al centro del giardino si trova una bella villa – in parte trasformata in un hotel – circondato da palme, azalee, camelie, bambù e l’eucalipto. Un posto meraviglioso che si lascia con rammarico.

Se visiti Lugano non puoi perderti   i villaggi di Morcote e Gandria. Dominata dalla chiesa di Santa Maria del Sasso, Morcote allinea le sue vecchie case lungo l’acqua.

Sull’altro lato del lago, Gandria ha un sacco di fascino, con piccole case tradizionali nei colori d’Italia, con vista sul lago e le pendici boscose del Monte Sighignola. Sembra un fiordo.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments