India: Auroville, la città utopica vicino a Pondicherry

La città di Auroville ospita oggi 2950 anime

Fondata nel 1968 nel Tamil Nadu, Auroville è una città utopica basata su un sogno di pace e armonia universale. Lungi dall’essere un’attrazione turistica, è un’esperienza unica che può essere scoperta 10 km a nord di Pondicherry per avere un’idea della sua filosofia e del suo stile di vita.

Auroville: un sogno umanista e universale.

“Inventare una città universale dove uomini e donne di tutti i paesi debbano essere in grado di vivere in pace e armonia sopra ogni credo, politica e nazionalità”.

Questo è l’ideale filosofico all’origine di Auroville, una città creata da zero da un’idea, in campagna, a pochi chilometri da Pondicherry. Sotto l’impulso della Madre, compagna di Sri Aurobundo (fondatore di un ashram in Pondicherry), questo incredibile sogno prese forma nel 1968. L’architetto francese Roger Anger inventò una “città di Aurora” (origine del nome Auroville ).

Al centro del territorio si trova il Matrimandir un enorme edificio sferico, come una palla di fuoco, in una galassia rotante. Non è un tempio, ma un luogo di meditazione.

Attorno ad essa si trova un’immensa foresta piantata con milioni di alberi, solcata da strade sterrate su cui gli Aurovilliani viaggiano in bicicletta elettrica o in moto. Pochissime macchine, case, piccole pensioni (alloggi in famiglia) sparse nel fogliame.

Fin dall’inizio abbiamo diviso il tutto in 4 zone: culturale, residenziale, industriale e internazionale. Questa città utopica non dovrebbe appartenere a nessuno in particolare, ma a tutta l’umanità.

Il 28 febbraio 1968, all’inaugurazione di Auroville, rappresentanti ufficiali di 124 nazioni e 23 stati indiani vennero a sostenere il progetto che prevedeva all’epoca un massimo di 50.000 abitanti. Attualmente ci sono circa 2.950. Non importa se l’obiettivo delle origini non è stato raggiunto al 100% perché ciò che esiste oggi è la prova vivente di un’esperienza umana unica.

Gli abitanti sono uomini come gli altri

Gli Aurovilliani sono i servitori della coscienza divina, ma quotidianamente praticano un umanesimo pratico attraverso modalità di esistenza comuni, lontane dal caos della società del consumo e dello spreco.

Nel 2019, quasi 2.950 persone di 50 nazionalità supportano Auroville: 1.300 indiani (quasi la metà di loro), 410 francesi, 250 tedeschi e 160 italiani. Ognuno vive in una comunità il cui nome è spesso pieno di significato filosofico: Aspirazione, Esistenza, Fraternità, Certezza, Coraggio, Disciplina, Gratitudine …

Funziona secondo le sue capacità. Gli Aurovilliani hanno la testa tra le stelle, ma i piedi per terra. Alcuni sono all’avanguardia dell’innovazione tecnologica, dello sviluppo sostenibile e delle energie rinnovabili. Vengono praticati rimboschimento, bonifica e permacultura (agricoltura biologica).

Dei pionieri hanno fondato una fattoria sperimentale (Windarra Spirulina Farm) dove viene prodotta la Spirulina, un prodotto energizzante naturale a base di alghe verdi.

Per l’approvvigionamento idrico, un’azienda Auroville produce turbine eoliche considerate le più efficienti dell’ India. Una dozzina di laboratori di ricerca sono dedicati all’evoluzione umana, all’ecologia (acqua, foresta), alla salute, alla naturopatia … Nel 2018 Auroville ha celebrato i suoi 50 anni di esistenza.

Con il tempo, il sogno di Auroville è cambiato, adattandosi al mondo moderno, senza perdere nulla del suo potere. Che bella metamorfosi dell’utopia!

Come il Graal che non è mai stato raggiunto, il magnifico ideale Auroville ha dimostrato che si tratta di un obiettivo umano straordinario, ma difficile da raggiungere. Alcuni visionari pragmatici e coraggiosi hanno cercato di cambiare il mondo. Nobiltà e fraternità. Rendiamo omaggio

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments