India: Scopri Old Delhi e i suoi monumenti storici

Old Delhi un museo a cielo aperto .

India: Scopri Old Delhi e i suoi monumenti storici

New Dehli e’una citta’  rumorosa , estremamente inquinato e trafficata … Delhi può essere uno shock per il viaggiatore arrivato di recente dall’Occidente, improvvisamente immerso in questa città in perpetua mutazione, dove la povertà estrema strofina la ricchezza, senza transizione.

Ma la capitale indiana è anche una città affascinante profondamente segnata dal ricco patrimonio dell’Impero Mughal. Dai vicoli tortuosi della vecchia Delhi alle vie tortuose della nuova città, attraverso i suoi grandi parchi, moschee, templi e monumenti, rivela molti volti.

Old Delhi e’ un luogo vivace e il suo incessante balletto di risciò, biciclette, motorini, pedoni, macchine e carri, al suono dei claxon

Nel distretto di Chandni Chowk, un mercato fondato dall’imperatore Mughal Shah Jahan nel 17 ° secolo, è davvero il bazar, in tutti i sensi. Cammini lentamente tra la folla in un labirinto di stradine fiancheggiate da negozi.

Sulle bancarelle dei venditori ambulanti: betel e un campione di street food locale: tutti i tipi di samosa e ciambelle, tra cui il delizioso jalebi, il dolce regalo di cui l’eroe del film “Lion” è pazzo.

Mentre la maggior parte della gente della vecchia Delhi sono musulmani, si possono ammirare anche templi indù e un enorme complesso religioso sikh, il Gurudwara Sis Ganj, dove la gente prega, mangia, dorme e legge  … Insomma, un luogo sacro peini di  vita!

È anche qui c’ è la più grande moschea dell’ India: il Jama Masjid, costruita sotto l’imperatore Shah Jahan (1656). Arroccato sulla cima di una collina rocciosa, può ospitare 25.000 fedeli. Dopo aver preso una scalinata  e lasciato le scarpe all’ingresso, ti invitano  a indossare una specie di blusa se sei una donna o un pareo disegnato per coprirti le gambe se sei un uomo in calzoncini corti.

Così vestiti, puoi entrare nella Grande Moschea: un’immensa esplanade aperta, gonfiata da un sole splendente (ti brucia i piedi!) E circondata da gallerie ombrose, porte massicce, torri e una grande sala di preghiera con due minareti e tre cupole di marmo.

Un altro monumento da non perdere, il Forte Rosso, iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, è stato costruito ai tempi di Shah Jahan, non avaro di meraviglie architettoniche poiché deve anche la costruzione del Taj Mahal e dell’altro Forte. Rosso, quello di Agra. All’interno della immensa fortezza di arenaria rossa, si scoprono palazzi, giardini, moschee … Tutta la raffinatezza dell’architettura Mughal.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.
A presto
Fabio

About the author  ⁄ Fabio

Comments are closed.