Islanda: Scopri la strada 1 che percorre l’isola in forma circolare

 Islanda, una terra tutta da scoprire.

Islanda: Scopri la strada 1 che percorre l'isola in forma circolare

In Islanda, questo viaggio circolare di 1.000 chilometri ti consente di scoprire lo splendore dei paesaggi di quest’isola sperduta nel mezzo dell’Atlantico.

“Chi ritorna non è mai uguale a colui che se n’è andato”, scrive il Premio Nobel per la letteratura Halldór Laxness. Questa idea si presta particolarmente al suo paese, l’Islanda. Questa “terra di ghiaccio” offre un viaggio, o meglio un’avventura unica, tra ghiacciai e vulcani, campi di lava e cascate, foreste verdi e spiagge di sabbia nera.

La vastità di quest’isola, persa tra la Norvegia e la Groenlandia, seduce per la sua natura mozzafiato e il suo scenario grandioso che evoca “Il Trono di Spade”. Il viaggiatore cammina con la sensazione di scoprire un nuovo mondo, poiché attraversa pochi abitanti (331.000 in totale, la più bassa densità in Europa).

L’Islanda è il teatro sia dell’inizio che della fine del mondo. I terreni incrinati e fumiganti lasciano intravedere le viscere della terra; i paesaggi selvaggi colpiscono il cuore, per catturare l’ultracite che scrive queste righe.

Magica, mitica, l’Islanda resta da conquistare. la puoi percorrere in diversi modi  Perché la varietà di quest’isola, installata su due placche tettoniche, merita di essere presa. Prenditi il ??tempo per contemplare un grande geyser o un sublime tramonto su un lago, passeggiare lungo un sentiero deserto o sdraiarsi sulla neve di fronte a un imponente fiordo. Lasciati sorprendere dalla bellezza semplicemente.

Il modo migliore per farlo è prendere la Strada 1, che gira intorno all’isola, per 1.337 chilometri.

È consentito il campeggio selvaggio (salvo diversa indicazione, raro), che consente di viaggiare liberamente nel paese, di fermarsi non appena il cuore comanda .

Km 1 : Reykjavík

Islanda: Scopri la strada 1 che percorre l'isola in forma circolare

La capitale dell’Islanda è l’ovvio punto di partenza. Vale comunque la pena di vedere, anche se solo per un primo contatto con gli islandesi e per provare la sensazione di serenità che regna lì. Nessun poster pubblicitario su ogni angolo di strada, nessuna catena internazionale di fast-food … A Reykjavík viviamo, respiriamo, ci riscaldiamo, dormiamo in Islanda.

Perdersi, tra il porto e il lago, nelle strade di questa città sconnessa regala una certa gioia. I vecchi edifici in lamiera multicolore sono adiacenti a architetture ultramoderne, fantastici ristoranti di pesce in lizza con i bar del rock’n’roll, la scultura “Sólfar” (“Il viaggiatore del sole”) si trova accanto al Museo Nazionale del Fallo (dove i genitali maschili di tutti i mammiferi del paese sono conservati).

Meglio ancora, la capitale ti permette di raggiungere rapidamente la Blue Lagoon, una sorgente termale dove puoi rilassarti per diverse ore in una acqua lattiginosa a 37 ° C.

Km 71 : Thingvellir

Islanda: Scopri la strada 1 che percorre l'isola in forma circolare

Questo parco ha alcuni dei panorami abbaglianti più antichi d’Islanda ed è l’inizio del “cerchio d’oro” dei siti più visitati del paese. Viene tagliato in due da un grande difetto: da una parte, la placca tettonica nordamericana, dall’altra la placca euroasiatica, le due che si scostano ogni anno di 5 millimetri.

Sentieri segnati ti permettono di camminare lungo la spaccatura, tra il Vecchio e il Nuovo Mondo, per toccare questa deriva di continenti precedentemente teorica. La magia funziona. Soprattutto quando sappiamo che qui, nel X secolo, i capi dei clan vichinghi si sono incontrati almeno una volta all’anno per risolvere i loro conflitti e per emanare leggi, dando vita al primissimo Parlamento europeo.

Dopo aver goduto la pace di questi paesaggi costeggiati dal lago, riprendi la strada verso la terra desolata di Geysir, un sito vulcanico dove puoi ammirare un terreno arido e fumante, punteggiato da pozze di fango e crateri gorgoglianti da cui sorgono sorgenti acqua ad intermittenza sotto pressione, alta fino a 15 metri. Impressionante

Quindi, a soli 10 chilometri di distanza, c’è il villaggio Gullfoss. Nel paesaggio verdeggiante, c’è un tonfo che annuncia la vicinanza di imponenti cascate dove un flusso potente trasporta tutti i 32 metri, prima di tuffarsi in una stretta fessura. Tutto in una nuvola di goccioline, condita (con il bel tempo) con un arcobaleno.

Km 218 : Skógar

Islanda: Scopri la strada 1 che percorre l'isola in forma circolare

Il viaggio prosegue in direzione di Skógar, e più precisamente a Skógafoss, ai margini del villaggio. Potete vedere in lontananza la scogliera, coperta da un verde brillante e divisa da un’enorme cascata alta 60 metri.

La ammiriamo dapprima dal basso, prima di salire una ripida scalinata per passare dietro la cascata – spettacolo e umidità garantiti – per avvicinarci alla vetta e alla sua vista mozzafiato.

Sulla strada, puoi scoprire un’ampia spiaggia di sabbia nera battuta dai venti. Visione surrealista: ti  trovi faccia a faccia con un relitto aereo, una carcassa arrugginita di un motore bicilindrico americano del 1973, che dovette atterrare urgentemente per mancanza di carburante. Sei  immerso in un sogno, strano e squisito allo stesso tempo.

Km 444 : Jökulsárlón

Islanda: Scopri la strada 1 che percorre l'isola in forma circolare

percorrendo la strada incroci  più pecore che abitanti, quando ti trovi di fronte  il ghiacciaio titanico Vatnajökull (8.400 km², che è l’equivalente della Corsica), e il Lago Jökulsárlón. Fermata obbligatoria La vista è da non perdere.

Gli iceberg blu traslucidi galleggiano silenziosamente . Nonostante il numero di persone che vengono ad ammirare lo spettacolo, la calma è totale: tutti sono compiaciuti., cammina  fino ai piedi del ghiacciaio. Una visione struggente della grandezza di Madre Natura.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments