Kalingrad una città alla fine del mondo

Kalingrad “piccola Russia” d’Europa.

Kalingrad una città alla fine del mondo

Scopri  Kaliningrad … strano territorio appartenente al enclave russa tra Polonia e Lituania. Kaliningrad, una città affascinante il cui passato fù glorioso in quanto  città reale della Prussia orientale.

Ho scoperto che la città è stata chiamata in onore di uno dei seguaci di Stalin, Kalinin (membro del Comitato esecutivo centrale e Presidente del Presidium del Soviet Supremo dell’URSS), che non ha mai messo piede in questo luogo , il suo  merito é solo che morì quando la città passò dai tedeschi a mani sovietiche (1946).

Prima veniva chiamata Königsberg ora Kalingrad

La città – l’ex Königsberg, città reale di Prussia orientale – si racconta che é stata una  delle  più belle in Europa prima della seconda guerra mondiale, è stata distrutta dall’azione combinata dei tedeschi, americani, inglesi e sovietici. “Wir kapitulieren nie! ” aveva scritto un nazista sui muri del castello; dopo giorni e giorni di una terribile battaglia dove  migliaia furono i  morti su entrambi i lati.

Quando i tedeschi finalmente cedettero, la città era solo un campo di rovine.

Una visita al museo Blockhouse , dove l’ultimo comandante tedesco della città Otto Lasch, firmò la capitolazione del suo esercito davanti ai sovietici e fece capire il martirio della città, che ora è solo un’ombra di se stessa.

Non c’é d da stupirsi di scoprire strade, senza fascino, dove i sovietici, dopo aver preso possesso della città, ricostruirono  in fretta gli edifici per ospitare i nuovi abitanti – le autorità sovietiche gradualmente espulsero i  tedeschi dal territorio e  sostituirono con le popolazioni slave.

Una passeggiata lungo il viale Lenin, l’arteria principale della città, è surreale: negozi di lusso si susseguono ai piedi di edifici spaventosi.

La città, però, ha  qualcosa di eccitante: forse la sensazione di essere fuori dal tempo e lontano da tutto, “bloccati” in questa enclave dove l’accesso era severamente proibito agli stranieri fino al 1991 – il territorio ha ospitato uno dei più grandi porti militari dell’URSS.

Ultima testimonianza del passato l glorioso  di Königsberg é la cattedrale, che ospita il museo dedicato al filosofo Immanuel Kant, è una delle principali attrazioni della città.

La  seconda più grande attrazione turistica della città é il Museo Oceanografico mondiale .  Si tratta di una casa, un acquario e una serie di tre navi – tra cui un sottomarino e una famosa barca di esplorazione, il Vityaz – che ospitano nelle   loro stive tre mostre eccitanti.

Nonostante il loro interesse, questo museo è il museo Kant non possono , a mio avviso, giustificare una permanenza a Kaliningrad luogo difficile da raggiungere – soprattutto per i  visti – dove si incontrano  pochi turisti al di fuori russi e tedeschi che vengono alla ricerca del loro passato.

La vera meraviglia dell’enclave è Kourchskaïa Kossa, una spettacolare striscia di terra lunga 98 km tra la laguna calma dei Curi al Mar Baltico: l’Unesco ha dichiarato patrimonio dell’umanità questo luogo

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments