La Chinatown di Singapore: il ritorno alle origini

Scopri il quartiere di Chianatown.

La Chinatown Singapore: il ritorno alle origini

A 5 minuti a piedi dalla scena di fantascienza di Singapore, Chinatown ruba una parte della scena. A lungo minacciati dal cemento, le shophouses, queste boutique centenarie con grandi persiane di legno, aperture a mezza luna e elementi neoclassici importati dall’Europa, si stanno svegliando con orgoglio su toni di giallo limone, rosa acido o menta verde con acqua.

Al numero 48 di Pagoda Street, tre negozi di souvenir ospitano il Chinese Heritage Centre,  fazzoletti da tasca che fioriscono bene il mito di inizi difficili e strani odori di tane d’oppio. Fuori, le lanterne rosse e gialle  zigzagano ininterrottamente in un’affollata atmosfera da mercato di strada.

Per gli amanti dello shopping : ciondoli da $ 1 (singaporiani), calligrafie economiche, incenso, sete. Per vestire: una completo  personalizzata pronto in 3 a 8 ore! Per rinfrescarsi: un succo di erba e soia. E per garantire il tuo futuro: un portafortuna.

Più sicuro: visita il  venerabile tempio di Thian Hock Keng (1839), con tetti di drago illuminati, per pregare la dea del mare di intercedere a suo favore, o al (recente) Tempio del Buddha .

Gli indiani si affidano all’arcobaleno di divinità del Tempio Sri Mariamman, il più antico santuario indù di Singapore (1827) nel cuore di Chinatown.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto 

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments