Le 5 peggiori scuse delle compagnie aeree per il risparmio di denaro

Le compagnie aeree diminuiscono i benefici a chi prenota, in compenso aumentano gli extra.

Le 5 peggiori scuse delle compagnie aeree per il risparmio di denaro

Mentre il tempo è sui costi di taglio, alcune compagnie aeree stanno tagliando i loro servizi giustificando le battute d’arresto con false scuse. Best of.

1. Southwest toglie le arachidi a bordo dei suoi voli.
Dal suo lancio nel 1971, la low cost  Californiana Southwest Airlines ha offerto le noccioline ai suoi passeggeri. Un attenzione che era diventata una vero marchio! Sì, ma qui è il punto : per guadagnare alcune noccioline, letteralmente e figurativamente, la compagnia aerea ha deciso di fermare questa tradizione.
E la scusa raggiunge l’apice della malafede: “Per garantire la migliore esperienza di bordo per tutti i passeggeri, in particolare per i clienti con allergie alle arachidi, abbiamo preso la difficile decisione di smettere di servire le noccioline su tutti i voli dal 1 ° agosto “, giustifica la compagnia. Come se, per quasi 50 anni, i passeggeri allergici si sentissero obbligati a mangiare noccioline…

2- Delta Airlines nasconde le sue tariffe dietro il bagaglio … per generare commissioni aggiuntive.

Da aprile Air France-KLM, Delta Airlines e Alitalia hanno introdotto una nuova tariffa “Light” per i voli tra Europa, Stati Uniti e Canada. Il principio? Questa tariffa base non include il bagaglio registrato e vi è un supplemento di € 50 per aggiungere il bagaglio. Per le compagnie aeree, l’obiettivo è contrastare il lungo raggio a basso costo spogliando un po ‘di più le proprie tariffe.
Se l’iniziativa è rilevante dal punto di vista della concorrenza, la spiegazione del direttore marketing di Delta Airlines, Tim Mapes, lascia prende i  passeggeri per degli stupidi : “il cambio tariffario è un ulteriore modo per Delta Airlines di offrire ai clienti più scelta per controllare il loro viaggio “. Dov’è la scelta? In un volo transatlantico, pochi passeggeri partono con un solo bagaglio …

3- Easyjet ritaglia il bagaglio da stiva … per sviluppare le spese accessorie
La nuova politica sui bagagli messa in atto da EasyJet dedica la creazione di un nuovo franchising che consente ai passeggeri di trasportare un bagaglio registrato fino a 15 kg per circa € 10, mentre il peso del bagaglio “standard” è di 20 kg a 23 kg. “Ciò offre ai clienti maggiore scelta e flessibilità”, afferma la  compagnia low cost.
Infatti, EasyJet intende spingere i passeggeri a pagare il bagaglio da 15 kg anziché prendere un bagaglio a mano gratuito … “Questa nuova opzione consente a chi parte per un breve soggiorno di non dover mettere tutto in un piccolo bagaglio “, aggiunge la compagnia aerea  che monitora da vicino le dimensioni e il peso del bagaglio e vuole ridurre il numero di bagagli in cabina per risparmiare tempo sull’imbarco … La” scelta “e la” flessibilità “sono soprattutto il modo per aumentare gli extra da parte di  EasyJet.

4- Ryanair taglia  la durata della registrazione … per far pagare il posto.
Il 15 maggio, Ryanair ha annunciato in poche righe che a partire dal 13 giugno 2018, la registrazione per i passeggeri che non hanno prenotato un posto è possibile dalle  48 ore a 2 ore prima del volo. E Ryanair lo presenta come un grande passo in avanti: “È il doppio del periodo di 24 ore offerto da Aer Lingus, British Airways, Lufthansa, Norwegian e Iberia”, afferma entusiasta la  low-cost.
E osa continuare: “Questo darà ai clienti che prenotano un posto più tempo per scegliere il loro posto preferito prima della partenza.” O Ryanair dimentica di dire che questo stesso record è stato fino ad allora possibile farlo fino a 4 giorni prima e anche 7 giorni prima di due anni fa! Il vero obiettivo è infatti quello di spingere i passeggeri a pagare per prenotare il loro posto e aumentare i ricavi dell’azienda …

5-  Air France dà  lo zuccherino  sulle Miglia
I programmi di fidelizzazione passano anche attraverso la riduzione dei costi. A poche settimane di distanza, Lufthansa e Air France-KLM hanno annunciato un cambiamento nelle regole dei loro programmi e l’attuazione di un principio che sta macchiando il volo : le Miglia ora non vengono più assegnate in base ai chilometri percorsi ma al prezzo pagato dal passeggero.

Il nuovo programma è entrato in vigore il 12 marzo 2018 a Lufthansa  il 1 ° aprile 2018  Air France-KLM.
Air France vanta “più semplicità e flessibilità nell’uso del programma, una scala di pagamenti più chiara e una maggiore scelta nell’uso delle Miglia”. In effetti semplicità e flessibilità, Air France non riesce a specificare che l’assegnazione di Miles è significativamente meno generosa di prima. Allo stesso modo, il programma Flying Blue per i giovani viene semplicemente  cancellato.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto 

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments