L’entrata negli Stati Uniti potrebbe costare di più

Donal Trump ha intenzione di aumentare di 1$ la tassa sulla sicurezza.

L'entrata negli Stati Uniti potrebbe costare di più

Visitare gli Stati Uniti potrebbe costare qualche euro in più per i viaggiatori. Donald Trump vuole raccogliere 1 $ per le  tasse di sicurezza già a carico dei passeggeri aumentandola da $ 5,60 a $ 6,60. Questo aumento, integrato nel bilancio di previsione 2018, potrebbe diventare una realtà il prossimo gennaio se approvato.

Tra i progetti studiati dalla nuova amministrazione Trump, altre opzioni di finanziamento sono allo studio per proteggere i confini.

L’aumento dei costi per ESTA  ($ 1 in più), come una quota di iscrizione di $ 4 per tutti i viaggiatori stranieri che si recano negli Stati Uniti.

Un importo utilizzato per finanziare l’assunzione di funzionari che lavorano negli  uffici d’ immigrazione e la costruzione del muro tra Stati Uniti e Messico.

La tassa verrebbe applicata direttamente su internet con l’emissione di un francobollo ricevuta di pagamento da presentare con il  passaporto. Sarebbe anche possibile ottenere il timbro negli aeroporti e ai posti di frontiera.

Nessuna di queste due ultime tracce sono ufficialmente proposto nel  bilancio 2018.  Donald Trump prenderebbe in considerazione l’attuazione del ESTA rinforzato (e più costoso) a partire dal mese di giugno 2018.

Sharon Pinkerton, vice presidente di Air Transport Association dichiara “tutte queste progetti di  tasse non sono  altro che una dissimulazione  che pesano sulla competitività delle compagnie aeree statunitensi.”

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.
A presto
Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments