Lituania: Vilnius un gioiello del Baltico

Vilnius,una città di storia, sede del Granducato di Lituania.

Lituania: Vilnius un gioiello del Baltico

Vilnius è una delle più belle città barocche d’Europa. Multiculturale, influenzata  dall’Est e dall’Occidente, la “Gerusalemme del Nord” ha riflesso la sua diversità nell’architettura, ma anche nelle tradizioni e nelle religioni. Se la città non nega il suo passato, un vento di libertà soffia oggi nei suoi bar alla moda e nel distretto di Užupis.

Sulle basi medievali, le comunità ebraiche e cristiane hanno costruito sinagoghe e chiese, mentre le guerre e gli incendi hanno portato a costruzioni di stili innovativi. Nel corso della storia, lituani e cattolici polacchi, protestanti e ortodossi russi tedeschi hanno fatto di  Vilnius un Europa in miniatura, con le sue feste cristiane, lil suo  Biergarten alla tedesca , i suoi edifici in stile stalinista …

Testimone eventi chiave nella storia della Lituania, il Palazzo dei Granduchi (Museo Nazionale) è arroccato sulla collina verde di Gediminas. Ripredendo  un piano medievale, che faceva  parte integrante del castello del XIV secolo.

Quasi tutti i governanti lituani, i Granducati, risiedevano nel castello gotico. In seguito divenne un palazzo rinascimentale, ha raggiunto una sorta di età dell’oro tra il 15 ° ed il 17 ° secolo come sede del Granducato di Lituania, prima di prendere in prestito uno  stile barocco. Sono passati molti sovrani stranieri e alcuni trattati internazionali sono stati firmati tra queste mura.

Lituania: Vilnius un gioiello del Baltico

Tutto ciò che vediamo è il risultato di una ricostruzione degli anni 2000 Nato nel 1990, il ripristino dell’indipendenza lituana, l’idea di questo gigantesco progetto è stato quello di far rivivere la brillante storia del paese.

La mostra permanente presenta l’organizzazione del sito nel Medioevo e le sue funzioni come residenza storica. Molti oggetti sono esposti: arazzi, mobili, gioielli, stufe, piatti, monete, armi e armature …

L’unico elemento rimanente del castello originale la Torre Gediminas, in forma  ottagonale, è il simbolo della riconquistata l’indipendenza della Lituania nel 1990.

Per immergervi nelle vicende storiche della storia di Vilnius, spingere la porta del Telia NonMuseum,  Un affresco video di 15 minuti ripercorre 700 anni di storia di Vilnius: i granduchi, il passaggio di Napoleone, la rivoluzione cantante tra il 1987 e il 1990, lo smantellamento della statua di Lenin nel 1991 … Dei caschi di realtà virtuale ci spingono  nei cieli della Lituania, alla scoperta di un palloncino dei più grandi siti turistici e naturali del paese.

Tutto ruota attorno la via Pilies

La via Pilies (“via del Castello “) segna il cuore della città medievale. Questa strada, la più antica di Vilnius, porta  al castello. Conduce ancora lo sguardo verso la Torre di Gediminas sulla collina del Castello. È fiancheggiata da case e palazzi di nobili e mercanti con stili gotico e barocco.

Lungo Pilies, l’Università di Vilnius è una delle più antiche in Europa orientale. Si tratta di un bellissimo gioiello di architettura gotica, rinascimentale, barocco e classico, a immagine della  città. La biblioteca raccoglie più di 5 milioni di libri.

Dalla via Pilies parte la via Literatu  (via  Letterario o letterario). Prende il nome di librai che hanno mantenuto negozi, e in onore del poeta polacco Adam Mickiewicz, che ha studiato presso la prestigiosa Università di Vilnius. In fondo alla strada, targhe commemorative di metallo, legno e vetro, incorporato in un muro, riconoscono gli scrittori.

Più lontano, il viale Gedimino Prospektas, che disegna una linea retta di 2 km dalla cattedrale.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto
Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments