Malta e le sue bellezze

Malta un isola non come le altre.

Malta e le sue bellezze

Circondato dalle acque turchesi del Mediterraneo, a meno di 100 km a sud della Sicilia, l’arcipelago maltese è un gioiello tempestato di piccoli porti multicolori.

Malta, Gozo e Comino sono le tre isole principali dell’arcipelago, ricche di tradizioni, di storia, alle porte del Mediterraneo.

Tutte le città dell’arcipelago festeggiano il loro santo a metà maggio e a  settembre, lampioni, bande e fuochi d’artificio illuminano le strade e il cielo maltese.

La cultura linguistica del paese è una miscela del  fenicio (900 aC), la lingua adottata al momento resta la base del maltese di oggi. In seguito si su seguono le invasioni con i Romani , Normanni, Francesi e, infine, Inglese la cui lingua è ancora la più diffusa.

Molto importante la sua posizione strategica,  l’isola di Corto Maltese ha sviluppato una cultura unica e singolare. La popolazione  di Malta ha mantenuto un innata senso di ospitalità, come all’ epoca dell’ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme, meglio conosciuto sotto il nome di Ordine di Malta.

La storia ha lasciato molti siti importanti oscurati da  leggenda e mistero: la cattedrale anglicana di San Paolo, la chiesa del Carmine e i sontuosi palazzi che spesso servono sovente da scenario naturale nel cinema.

Non perderti  di visitare la splendida isola di Gozo e la sua cittadella Rabat conosciuta anche con il nome di Victoria  sulla cima di una collina dove si possono ammirare, belle terrazze di ristoranti e un paesaggio mozzafiato.

Malta, un isola esemplare che merita una sosta e di  una certa attenzione, in quanto ha piccole meraviglie da scoprire  – non meno di 300 chiese e numerosi palazzi, senza contare  una delle più belle baie del mondo che non può non sedurre il turista più esigente.

Un’isola dal fascino strano

Qui la bellezza della pietra e la purezza della luce saltano all’occhio al visitatore. Devi  avere la possibilità di atterrare presso l’aeroporto internazionale di Luga nel tardo pomeriggio, quando i colori del sole si posizionano sulla  pietra, la pietra di Malta così famosa che, alla luce più o meno intensa, indossa sfumature “polline giallo “,” zafferano “o ocra, e talvolta addirittura giallo dorato.

Malta é un perfetto esempio del barocco

Malta, spesso chiamata la “Perla del Mediterraneo”, è in stile barocco nel senso proprio del termine. La parola “barocco” non è vero deriva dal portoghese “barroco”, che significa “perla irregolare”? Essa offre infatti molti contrasti e miscele.

Questo si verifica anche nella civiltà in cui si opponevano  le culture semitiche, mediterranea e britannica, anche nella sua lingua, il maltese, che è un dialetto della lingua araba smaltata con parole italiane fino alla  sua cucina, dove il coniglio, il  fenek, il  vino o l’ aglio arrosto sono  il piatto nazionale e le lumache in salsa verde, una prelibatezza apprezzata.

Ma il barocco mira soprattutto a stupire. Questo carattere patetico, tragico è ancora più evidente in bassa stagione, quando i venti soffiano.

La loro forza è tale che gli alberi dell’isola,  si piegano leggermente, sembrando  aver mantenuto l’impronta  a volte deforme, contorta fino allo scoppio.

Il paesaggio di Malta é toccato da l’arte di chiese e palazzi, e sconvolto dalla storia delle isole. Mentre Malta ha un sapore di “pathos”,  si è quasi tentati di indulgere in “lacrime di gioia”.

La  preistoria  provoca una sorta di vertigine, a causa di innumerevoli grotte, templi megalitici e altre reliquie sparse in tutto il territorio dell’arcipelago.

Seimila o settemila anni è il tempo che ci vuole quando si va visitare la grotta di Ghar Dalam e le  capanne nel villaggio Skorba.

Ma il patetico  è ancora più sensibile quando Malta entra nella storia. Situato nel cuore del Mediterraneo,  la perla barrocco uscì dalle lussureggianti acque blu, è l’oggetto del desiderio.

Il piccolo gioiello viene “suonato” e assegnato al più potente, a volte anche al miglior offerente. Fenici, Greci, Cartaginesi, Romani, Arabi, Normanni: l’arcipelago maltese cambia perennemente maestri .

Il naufragio di San Paolo , sulla costa di Malta nel 60 dC, la guarigione miracolosa del governatore Publio, e la conversione  dell’ isola al cristianesimo assumono , ovviamente, un carattere drammatico; ma con l’ingresso dei cavallieri che il  miracolo è avvenuto.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments