Lipsia: Visitare un bunker della Stasi

Visitare un bunker per non dimenticare 30 anni di storia buia.

Lipsia: Visitare un bunker della Stasi

Il giorno in cui mi è stato chiesto di visitare il  Bunker della STASI nei pressi di Lipsia, ho detto ” strana questa proposta.” Questo genere di turimo alla  memoria non è proprio il mio genere, ma dopo aver riflettuto mi sono ricordato che eravamo nel 2014, e il 9 novembre si celebrerà il 25 ° anniversario della Germania riunificata. Allora perché non ricordare?

Avevo 25 anni quando il muro di Berlino è caduto. Mi ricordo come se fosse ieri le immagini che trasmettevano  più volte alla  televisione:

Il popolo dell’Est aspettava quel momento da lungo tempo. .

Visitare questo bunker, era un modo per tornare al passato,  mi sono ripromesso di andare in Germania per capire questa parte  della storia. 25 . 25 anni dopo ero li.

Mi dirigo  verso Machern. Lasciando questo villaggio a una trentina di chilometri da Lipsia, prendo  un sentiero e raggiungo  il bordo di un laghetto dove i cigni sguazzano nle lago . un ambinete  quasi romantico.

Apro un  cancello e attraverso una bellissima foresta verde e lussureggiante. Questa immagine sarà l’ultima che vedo con del colore!

All’epoca , questo luogo era di  5 ettari ed é stato ufficialmente il campo della società nazionale di trattamento delle acque. Ufficiosamente si nascondeva un bunker che permetteva ai  funzionari della Stasidi   nascondersi  in caso di attacco nucleare. Dietro quella porta, l’ingresso

Lipsia: Visitare un bunker della Stasi

Dopo l’ingresso del palazzo si trova l’entrata del bunker con i suoi  1.500 m2 che può ospitare fino a 120 uomini per 6 giorni . Alcune informazioni di sicurezza (meglio non essere claustrofobico) e scendo  a quasi 3 metri sotto terra con le   scale con gradini irregolari. Tutto è in perfetto stato . Non è cambiato nulla.

Nel 1967 Erich Mielke, capo della Stasi, ordinò la costruzione di un bunker in tutti i distretti della Germania orientale.

Questo è stato costruito durante la notte tra il 1968 e il 1972 e fu operativa nel 1974, nei primi metri, vedo una prima porta di sicurezza, il primo di una lunga serie. Dietro un appartamento piuttosto ben organizzato.

All’inteno una console che indica l mappa del bunker dove dei bottoni si accendono se le porte sono aperte.

Visitare un bunker è agghiacciante, bisogna essere  consapevoli della realtà della guerra fredda e soprattutto l’angoscia in cui viveva la Germania dell’ Est per più di 30 anni.

La Stasi era un ben messo insieme un organizzazione  con uffici e un bunker in ogni  distretto (15 nella Germania Est).

Circa il 1,5% della popolazione era ufficialmente parte di questa organizzazione segreta e quasi il 10% ha preso parte ufficiosamente.

Gli abitanti di Lipsia hanno svolto un ruolo di primo piano nella rivoluzione pacifica che ha portato alla caduta del muro e la riunificazione.

Esiste un breve percroso  nella  città, “sulle orme della rivoluzione pacifica”, che ripercorre gli eventi da gennaio a novembre del 1989 .

Il clou di questo percorso  è a mio avviso una visita al quartier generale della Stasi in  questo distretto, la Runde Ecke, che è stato trasformato in un museo.

La mostra permanente “Stasi – Potere e banalità” è l’unica ad esistere in Germania Est e la città di Lipsia ci tienen molto. E ‘suo dovere di educare le giovani generazioni che cosa fu  questa dittatura e renderli consapevoli dei cambiamenti della società di quegli anni bui e dire Mai Più

Lipsia: Visitare un bunker della Stasi

All’interno dell’edificio, niente di moderno. Tutto è d’epoca ed è voluto: pareti gialle, pavimento in linoleum e quadri  che illustrano 30 d storia.

Tutto è in tedesco, quindi vi consiglio di prendere l’audioguida (€ 4). Attraversi le sale e  caèisci  come funzionava  l’organizzazione, come il popolo era sotto costante sorveglianza, come venivano recrutati gli  agenti e molti racconti fatti da persone che hanno vissuto quel periodo.

Consiglio vivamente di visitare questo bunker.  In Germania, in particolare a Berlino ea Lipsia, non negano  la storia ed è interessante vedere come il paese fa di tutto per non dimenticare, e a sensibilizzare i giovani  per che  questo non accaddà più.

Oggi Lipsia  è una città in movimento, abbastanza dinamica, piuttosto hype che merita una visita.

La visita del bunker è solo in tedesco e alle date e orari specifici (ultimo fine settimana di ogni mese) o su richiesta per gruppi.

Informazioni complete su questi due siti sono raggruppati nel sito Runde Ecke.

Maggiori informazioni sulla città: Turismo Lipsia

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments