Panaji una piccola Lisbona nello Stato di Goa

Panaji (Panjim), capitale dello Stato di Goa, é una città di passaggio

Panaji una piccola Lisbona nello Stato di Goa

Sull’ enorme mappa dell’India, il piccolo stato di Goa potrebbe quasi passare inosservato. Goa era una colonia  portoghese, ed è stata integrata con lo Stato portoghese dell’India, così come gli stati confinanti di Daman e Diu, Dadra e Nagar Haveli.

La storia di Goa come stato indipendente è molto fresca. Nel 1961, Goa ha aderito all’Unione indiana, ponendo fine alla presenza portoghese ddurata 450 anni. Ma non è stato fino al 1987 che Goa diventa uno stato indipendente.

Fu il paradiso degli Hippies  negli anni ’70, il rifugio di amanti della musica techno, Goa è un tesoro con 150 Km di  spiagge.

Panaji è la capitale dello stato (chiamato anche Nova Goa “, la nuova  Goa”), mentre  Vasco da Gama è la città più grande. La storica città di Margao ha ancora una  forte influenza culturale portoghese.

Non è facile immaginare la grandezza di quella che fu la capitale dell’Impero delle Indie portoghesi. Velha Goa (Old Goa), 20 km a sud di Panaji, era davvero la capitale della regione, prima dell’arrivo dei portoghesi , con la loro presenza e divenne una città bellissima.

Quando la capitale si mosse, la città subì un  lungo declino. Oggi, Goa Velha è una città fantasma, un museo a cielo aperto. Eppure è qui che si trovava la “Lisbon d’Oriente”, magnificata dai  dai portoghesi. La Basilica di Bom Jesus, o Cattedrale di S. Caterina accoglierà i visitatori che si prendono il tempo per passare attraverso la città vecchia. Il sito è classificato come patrimonio mondiale dall’UNESCO.

E ‘grazie a Panaji che Lisbona divenne la capitale delle spezie, ma il periodo d’oro è durato solo il tempo e la concorrenza sul mercato degli olandesi ha portato al declino di questo gioiello portoghese.

A Panaji, l’impronta portoghese si vede più che altrove, soprattutto nel centro storico di Fontainhas, accogliente labirinto di antiche strade fiancheggiate da case con colori ossidati dal tempo.

Le case sono chiamati Solar Costa Campos o Morada da Silva Pereira, questa strada si chiama Travessa de Magriço, questa … Caravela, quest affascinante pensione … Abrigo Botelho …

La nobiltà avventurosa del Portogallo all’estero ha lasciato il segno qui: belle facciate colorate, piastrelle con piastrelle bianche e blu (ajulejos), verande ariose e adattate al clima tropicale,  balconi scolpiti e cortili ornati intorno al loro piccolo beh … Molte camere sono ancora arredate in stile antico, una miscela unica ed elegante d’ Europa i  India: stile indo-portoghese.

Oggi, dopo l’era coloniale e il commercio delle spezie, la situazione economica in Goa è ancora fiorente. Goa è lo stato più ricco in India, con un PIL pro capite di due volte e mezzo la media nazionale.

La crescita annuale dell’economia negli anni 90 ha superato l’8%. Dopo il turismo, che è l’attività principale di Goa (12% dei turisti stranieri vengono a Goa ), l’estrazione è la seconda più grande industria. L’ Industria mineraria a Goa si concentra su ferro bauxite, manganese o argille, calcare e silice.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments