Polonia: Week-end a Wroclaw

Wroclaw , la Venezia della Polonia.

Polonia: Week-end a Wroclaw

È nel sud-est della Polonia, a un tratto dei confini ceco e tedesco, che Wroclaw , la capitale della Bassa Slesia, scorre giorni felici, dopo una turbolenta storia di sei secoli. Tornato sotto la piega polacca dal 1945, la vecchia Breslau è ora chiamato Wroclaw ma conserva un’architettura ibrida, testimone dei popoli a cui apparteneva

La quarta città più grande del paese (637.000 abitanti) gode di un clima leggermente più mite rispetto alle sue famose controparti polacche, soprattutto quando infuria l’inverno. A dicembre, non è raro che l’agglomerato flirthi con i dieci gradi. Un clima piacevole per le visite all’aria aperta.

Fondata intorno al IX secolo, la città ha due lunghe braccia: quelle del suo fiume Oder e dei suoi affluenti. Questi fiumi facevano parte delle 12 isole che compongono la città. Aggiungi a quel miglia di canali e oltre 110 ponti e passerelle. Era sufficiente per Wroclaw essere soprannominata la “Venezia della Polonia” o la “Vzia del Nord”.

Canali romantici, centro della città dei più antichi e croccanti monumenti, molti musei, un’atmosfera giovane e rilassata … Entrambi i piedi radicati nel presente, Wroclaw coltiva corgoglio le tracce del suo passato.  La destinazione è perfetta per un week end. di due giorni o più, lontano dal trambusto di altre città europee.

Prima tappa quando metti piede a Wroclaw: il mercato. Il cosiddetto Rynek (“mercato” in polacco) è ben circondato. Edifici gotici color pastello, caffè, ristoranti, monumenti emblematici … Per alcuni, è come essere nella Grand Place di Bruxelles. Con le sue dimensioni titaniche (173 m per 208 m) il luogo dà vertigini ai pedoni che si avventurano lì. Tuttavia, si finisce per domare il posto, a forza di andare su e giù.

Lungo la strada, attraverserai la strada di importanti edifici come il municipio (Ratusz) e il suo orologio astronomico. Non perdetevi la sala riunioni e la camera Bourgeois durante la vostra visita.

Altre imperdibili curiosità: la basilica di Santa Elisabetta e i suoi 302 gradini, la casa dei 7 elettori, la casa dei grifoni, la vecchia borsa del 1822, il mercato dei fiori, le statue di “l’insegna ai negri” e l’abete Natale gigante se vieni nel mese di dicembre. Il Mercatino di Natale di Wroclaw è infatti uno dei più famosi d’Europa, e non si tratta solo del vin brulè in mini-stivali di porcellana!

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments