10 paesi a rischio da evitare di andare – 1 parte

Non vuoi avere problemi in viaggio? Non recarti in questi paesi: sono  a rischio.

10 paesi a rischio da evitare

I borseggiatori sono sempre al lavoro tra la folla, i truffatori cercano di clonarti la carta di credito e negli ultimi tempi anche i pirati cercano di fare la loro parte in alto mare.

Viaggiare intorno al globo è diventato un gioco pericoloso. Di recente ci sono stati attentati terroristici in Norvegia e disordini per le strade di Londra – a quanto pare non si è affatto più al sicuro. Ma cosa  può indurti a smettere di viaggiare? quanto è pericoloso o quanto e’ troppo pericoloso?

Dalle zone di guerra/ai tanti focolai devastati dal narcotraffico, questi 10 paesi ( in nessun ordine particolare ) sono una selezione di quelli ritenuti a mio avviso più pericolosi: La domanda é ora: “Visitarli  vale veramente il rischio?”

I 10 paesi a rischio

Afghanistan

Non é una sorpresa  trovare l’Afghanistan in questa lista, tutti i governi sconsigliano viaggi in questa regione. Nel paese ci sono in continuazione  attentati suicidi, rapimenti, omicidi, e complotti terroristici..

Decenni di guerra hanno a lungo messo in ombra l’ immensa bellezza del paese – vasti paesaggi costellati  di importanti siti archeologici (tra cui le grotte buddiste e santuari di Takht-e Rostam) e antiche città mercato.

Si deve andare? Probabilmente no. Anche se ci sono aree aperte al turismo, si sarà più sicuri altrove  o, almeno, si dovrà spettare qualche anno fino a che la situazione si stabilizzi un po’

Alcuni Tour Operator come Pashtun Tour offrono visite nella regione con guide locali, ma anche loro non sono in grado di garantire la tua sicurezza. Ti suggerisco di optare per esplorare l’Asia centrale e le cinque ‘stan – Turkmenistan, Uzbekistan, Kirghizistan, Kazakistan e Tagikistan.

Brasile

Con un sempre crescente divario tra ricchi e poveri, la mancanza di presenza della polizia nelle favelas, l’alta criminalità e la droga dilagante in tutta la nazione, gli episodi di aggressioni, auto-jackings,  mostrano pochi segni di cedimento.

Il  governo Italiano  mette  in guardia i turisti dei livelli di criminalità, sulle spiagge incontaminate del nord, i sentieri della foresta pluviale amazzonica e consiglia di adottare particolare  cautela nel periodo del carnevale e di altri eventi culturali e festivi di grande rilievo

Si deve andare? Assolutamente, basta prendere le normali precauzioni.Come molte aree del mondo, le grandi città (San Paolo, Rio de Janeiro, Fortaleza, Recife Salvador ecc.) richiedono cautela a causa della diffusa delinquenza di strada (furti e rapine), che prende di mira prevalentemente turisti a volte anche in ore diurne ed in luoghi centrali, incluse le zone prossime ai grandi alberghi e le spiagge.

Tenete i vostri effetti personali vicino, evitate le favelas e i quartieri non turistici, attenzione dopo il tramonto e rispettate i consigli della gente del posto, anche quando sembrano troppo eccesivi.

Irak

La patria di alcuni dei luoghi più sacri dell’Islam, al di fuori dell’Arabia Saudita, così come il sito dell’antica Babilonia e l’abbondanza di importanti siti storici, l’Iraq deve essere giustamente un hotspot per il turismo del Medio Oriente, ma pochi hanno il coraggio di entrare tra i suoi confini data la situazione attuale.

l’Iraq è ancora afflitto dai bombardamenti, attività terroristiche e sequestri (in particolare gli stranieri) e non stupisce che la Farnesina ha rinnovato i suoi avvertimenti  e sconsigli qualsiasi viaggio verso questo paese.

Si deve andare? Non ancora. La situazione in Iraq sta migliorando e alcuni  T.O come Hinterland hanno ripristinato i loro tour in Iraq a partire dal 2011, ma è consigliabile aspettare che la situazione si normalizzi.  Nel frattempo, ci sono le opzioni più sicure nella regione, come la Giordania, che ospita il Mar Morto, l’antico sito di Petra e la valle Wadi Rum.

Pakistan

Con quattro delle cime più grande del mondo di montagna nel nord, tra cui la seconda montagna più alta del mondo, il Pakistan ha attirato scalatori per anni e rimane popolare nonostante la recente turbolenza.

Come le aree del Medio Oriente il Pakistan è ancora caratterizzati da Al-Qaeda e la presenza dei talebani, lo rende una meta a rischio per i viaggiatori visto gli attentati suicidi e scontri tribali.

I funzionari del governo degli Stati Uniti hanno espresso la preoccupazione che la recente uccisione di Osama Bin Laden aumenterà la probabilità di attacchi mirati verso l’Occidente.

Si deve andare? Forse. Il Governo Italiano sconsiglia viaggi in questo paesi. Untamed borders e Snow Land offrono ancora escursioni, per scalare il famoso K2.

Colombia

Con una popolarità in rapida crescita tra i turisti con lo zaino in spalla, la Colombia sta cominciando a scrollarsi di dosso la sua immagine di cattivo ragazzo, ma le statistiche sul crimine e la copertura mediatica negativa hanno assicurato che la sua reputazione originaria prevale.

I fatti più volte riportati sono , rapine e rapimenti all’interno della zona controllata dalle FARC (Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia), ma preoccupa negli ultimi tempi il crescente uso di scopolamina per stupri all’interno delle città

I viaggiatori dovrebbero essere cauti nell’ avventurarsi fuori dai sentieri battuti,  – inoltre la Colombia ha il secondo più alto numero di mine nel mondo, battuto solo dall’ Afghanistan.

Si deve andare? Sì,ma con viaggi organizzati. Il governo Italiano sconsiglia di recarsi in questo paese. Ribelli narco-traffico e le FARC creano  ancora grossi problemi in alcune zone e inoltre suggerisco di evitare  l’attraversamento delle frontiere terrestri così come il dirigersi verso zone rurali.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto,

Fabio.

About the author  ⁄ Fabio

4 Comments

  • Rispondi
    Franco
    05/07/2016

    Ci tenevo a far considerare, ad autore o amministratori, che il commento dell’utente Marco, datato luglio 2014, ha il solo obiettivo di mettere in dubbio la qualità del sito (per altro molto interessante, a mio avviso) agli occhi di ignari visitatori.
    Distinti saluti.
    Franco Mazullo

    • Rispondi
      Fabio Author
      05/07/2016

      Buongiorno Franco,
      E’ stato cancellato, grazie della segnalazione
      saluti
      Fabio

  • Rispondi
    marco
    01/07/2014

    sono statto in brasile del nord con la barca di 7 metri a vella 3 volte lano svaligiata 2 volte sbatendo con barca da pesca gravi dani console italiano a san luis non fece niente polizia brasilera se ne fotte …tobago di trinidad pericolo perche non sono potuto arivare in tempo al nord delisola per rinovare il visto per maltempo 2 giorni di carcere con manete senza acqua e pane dopo aver preso bote dalla polizia vomiktavo sangue e pischiavo sangue consolato italiano se ne fotte la magior parte dei consolati sono coroti vorebero inprigionati.

    • Rispondi
      Fabio Author
      02/07/2014

      Buongorno Marco,
      Mi dispiace dell’accaduto, ti suggerisco di scrivere alla Farnesina e far presente l’accaduto inoltre raccontare la tua storia su un organo di informazione, perché é innaccettabile che un Consolato non ha provveduto ad darti assistenza.-
      http://www.esteri.it/mae/it/ministero/farnesina/
      saluti
      Fabio
      http://comeviaggiareinformati.it