B737 Max: non giochiamo alla roulette russa

B737 Max due incidenti che si potevano evitare.

B737 Max: non giochiamo alla roulette russa

I commenti e le analisi stanno andando bene ai B737 MAX che sono ancora a terra. Ma possiamo spiegare chiaramente il vero problema? Beh, la risposta è sì e si chiama SU (in breve, stupidità umana!).

Negli ultimi due incidenti, il sensore Angle of Attack (AOA) è sicuramente coinvolto ed è l’innesco di una cascata di eventi. Il problema con questa sonda è ben noto a Boeing che ci ha lavorato per molti mesi. Ma il più assurdo è che a differenza dell’Airbus, il B737 MAX ha solo una sonda AOA (sensore di incidenza che informa il sistema anti-stallo chiamato MCAS), pertanto  sistema critico, e il dispositivo che consente per indicare l’inaffidabilità di questo sensore è … opzionale!

Un B737 MAX costi tra 100 e 115 milioni di euro (prezzo di catalogo a seconda delle opzioni) ma si può negoziare intorno a 52 a 62 milioni di euro o una riduzione di circa il 50%. La negoziazione di questi dispositivi e un vero gioco di massacro che si conclude con vite rovinate. Tutto questo per pochi %… Per quanto riguarda i passeggeri, ora temono il B737 perché scoprono ogni giorno una nuova sorpresa (mancanza di formazione, ignoranza di segnali deboli, cattiva interfaccia uomo / macchina …).

Il danno è fatto e quindi screditerà un settore ritenuto affidabile e tuttavia, la necessità di mobilità è che la spugna sarà passata non appena la tempesta si allontana. Il titolo del Boeing è passato da $ 440 a $ 370 ed è ora stabile. Anche se le aziende annullano gli ordini, l’orizzonte rimane chiaro per i produttori di aeromobili ed è una scommessa sicura che il titolo riprenderà il suo rialzo . Perché? Perché Boeing  ha 5000 ordini 737 MAX e nessun costruttore di aeromobili può assorbire un volume del genere.

Il titolo Boeing ha una curva che assomiglia alla curva di altitudine di due aerei precipitati, ma la fine sarà molto più felice per gli azionisti che capiscono che c’è un occasione  buona su  questo titolo …

In conclusione, bisogna sempre fare la differenza tra trattativa e. contrattazione .  Nella trattativa, ci sono 3 vincitori (il venditore, l’acquirente e l’utente). Nella contrattazione, c’è solo uno (il venditore o l’acquirente, nel qual caso l’utente è sempre il perdente).

Nell’analisi dei tuoi bisogni e dell’analisi delle leve, non trascurare mai tutto ciò che tocca la sicurezza dei beni o delle persone e non dimenticare mai che il valore immateriale (il marchio, la reputazione …) è il primo a soffrire di sbagliate analisi dei costi  (diretta e indiretta).

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments