Come proteggere il tuo bambino in vacanza

Decalogo per come proteggere il tuo bambino durante la vacanza

Come proteggere il tuo bambino in vacanza

Dai rapimenti alla vendita di piccoli, dal commercio di organi per trapianti alle vendette della malavita, ecco tutti i «buchi neri» in cui sono affogati gli «irrintracciabili»”

Numerosi bambini finiscono nelle mani dei pedofili, senza contare quelli di cui si perdono le tracce, qualche volta per sempre.

Lo scenario è sempre lo stesso: All’interno della stazione  di polizia vedi una coppia di genitori agitati, angosciati con le lacrime che faticano a parlare e  informano della scomparsa del loro bambino.

I pericoli più probabili  in vacanza provengono da piscine, balconi ma anche da stanze d’albergo o da appartamenti.

Molti genitori lasciano vagare i loro bambini liberi nei “sicuri”villaggi turistici affidandosi ai Baby ascolto al posto delle babysitter, o addirittura li lasciano  nelle loro camere soli.

Consigli per come proteggere il tuo bambino

1. Se vai a cena assumi una babysitter, In alternativa, prendi i bambini con te – in molti paesi europei i bambini sono i benvenuti nei ristoranti e i bambini piccoli possono addormentarsi in un passeggino accanto a voi.

Non preoccupatevi di cambiare la loro routine. “Molti bambini si adattano bene a rimanere alzati fino a tardi.

2. Evitate camere al piano terra in quanto di facile accesso e via di fuga

3. Chiedete se i balconi delle camere sono sicuri: non dovrebbero avere ringhiere ampie che consentono di essere attraversate a un bambino

4. All’arrivo controllate che le porte anticendio funzionino. Controllate dove portano le scale anticendio in caso di fuga

5. Rimuovete tutti gli oggetti pericolosi, coltelli, vasi etc , attenzione a tavoli con spigoli sporgenti meglio spostarli

6. Se siete in piscina o in un altro luogo assicuratevi che sia un luogo sicuro. Insegnate ai vostri piccoli a  nuotare il più presto possibile, in caso contrario non perdeteli di vista.

7. Informatevi che la struttura in cui alloggiate abbia controlli di sicurezza adeguati.

8. Selezionate con cura le persone a cui dare informazioni familiari e personali e non far indossare ai bambini magliette, braccialetti o medagliette che riportano il loro nome, poiché i bambini hanno la tendenza a fidarsi di chi li chiama per nome o pronuncia quello di un familiare.

9. Insegnate ai bambini a dire ‘no’ agli sconosciuti che offrono denaro o dolci, che chiedono informazioni o che propongono giochi o passeggiate.

10. Abituate i bambini a chiedere sempre il permesso prima di allontanarsi con qualcuno, compresi amici, parenti e vicini.

11. Fotografate i vostri figli più volte all’anno, annotando sulle foto i dati relativi al peso e all’altezza.

12.Fate in modo che i bambini imparino nome, cognome, numero di telefono e indirizzo di casa (albergo) oltre ad insegnare loro a comporre i numeri di emergenza e richiedere aiuto all’operatore

13. Prendete le impronte digitali dei vostri figli con un tampone per timbri e conservatele con una ciocca di capelli poiché, in caso di scomparsa, ciò potrebbe essere utile.

14. Spiegate ai bambini che è importante che riferiscano di essere seguiti o spiati o se avvertono una sensazione di disagio in compagnia di qualcuno.

15. Pretendete di essere informati sugli itinerari di viaggi e vacanze, specialmente all’estero, che il proprio o la propria ex decide di fare con i figli.

16. Costruite la fiducia nei vostri bambini, in modo che sappiano come comportarsi in una situazione minacciosa. Dite loro che se qualcuno cerca di afferrarli che devono urlare,dare calci e gridare: “No! Lasciami in pace, tu non sei mia mamma / papà!” per avvertire i passanti che sono in pericolo.

17. Trovate la posizione del più vicino ospedale o ambulatorio medico ‘- per ogni evenienza.

18.Imparate il primo soccorso., conservare tutti i numeri di emergenza locali a portata di mano in modo che il tempo non è sprecato in caso necessità

19. Acquistate un braccialetto da polso impermeabile con inciso il numero di cellulare in caso si dovesse perdersi.

20. Per segnalare la scomparsa di un minore, soprattutto se si teme che sia stato portato all’estero, dopo la denuncia chiamare il numero gratuito 116.000 (Missing Children Europe).

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrita’ fisica.

A presto,

Fabio.

 

 

About the author  ⁄ Fabio

No Comments