Nuove misure di sicurezza sui voli verso gli Stati Uniti

Le autorità americane hanno chiesto alle compagnie  di applicare  severi controlli sulla sicurezza.

Nuove misure di sicurezza sui voli verso gli Stati Uniti

Le compagnie aeree internazionali applicano  gradualmente da giovedì 26 ottobre, le nuove misure di sicurezza per i loro voli verso gli Stati Uniti, tra cui ci saranno più interrogazioni dettagliate per i passeggeri.

Lufthansa, Emirates, Air France e Norvegian  hanno confermato  che le autorità americane hanno chiesto controlli più rigorosi e altre compagnie aeree  hanno affermato nei comunicati stampa che devono applicare queste misure. I dettagli di queste nuove misure, che rientrano nel quadro della politica dell’immigrazione applicata dall’amministrazione di Trump, rimangono al momento molto vaghe

“Oltre a controllare i dispositivi elettronici già presenti, i viaggiatori verso gli Stati Uniti potrebbero ora essere sottoposti a brevi interviste al check-in, durante la verifica dei documenti ai  cancelli d’imbarco”, ha detto. un portavoce della Lufthansa, aggiungendo che queste nuove misure entreranno in vigore giovedì.

Secondo Emirates, i passeggeri saranno sottoposti a “interviste al check-in “, mentre AirFrance ha indicato di svolgere ulteriori “interviste sulla  sicurezza“.

Secondo il servizio stampa di Air France, queste disposizioni influenzeranno dalla prossima settimana tutti i voli verso gli Stati Uniti.

“Si tratta di ulteriore interrogazione dei passeggeri che condiziona l’accesso al velivolo, su richiesta delle autorità americane il 100% dei passeggeri che partono da Parigi o in transito i sui voli Air France completerà questo questionario prima di imbarcarci, al di là del questionario,  vengono chieste   ulteriori misure di sicurezza in aereo, in cabina e in stiva , prima della partenza “, ha aggiunto la stessa fonte.

intende sospendere la  possibilità per i suoi passeggeri verso gli  Stati Uniti di registrare il loro bagaglio da casa o all’esterno dell’aeroporto e condurrebbe anche interviste presso le porte di imbarco. .

Arrivare  prima in aeroporto

Le compagnie  hanno richiesto ai  passeggeri di recarsi prima in aeroporto  per evitare eventuali ritardi che possono essere causati da queste nuove misure.

Norvegian  informerà i  suoi passeggeri via SMS inoltre i banchi di check-in apriranno i quattro ore prima della partenza del volo.

Le autorità americane non hanno commentato queste misure, ma intervengono dopo che il presidente Trump ha emesso un decreto martedì che termina una moratoria sull’ingresso dei rifugiati negli Stati Uniti ma ora solo per 11 paesi, praticamente tutti  musulmani.

L’amministrazione statunitense aveva precedentemente bandito computer e alcune apparecchiature elettroniche in cabina su voli da diversi aeroporti del Medio Oriente e ha cercato di imporre un divieto di ingresso per diversi paesi, ma questa misura è attualmente oggetto di appello. che impediscono la sua applicazione.

La Casa Bianca dichiara  che l’iniziativa mira a proteggere il paese da atti terroristici, anche se molti pensano che  ciò sembrano  essere misure indiscriminatamente mirate contro i musulmani.

La settimana scorsa, i funzionari del Congresso americano hanno visitato gli aeroporti in Europa e Medio Oriente per esaminare le condizioni di sicurezza e discutere della cooperazione nella lotta contro il terrorismo.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.
A presto
Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments