Restrizioni all’interno della Thailandia

Ecco alcune restrizioni del governo thailandese per combattere il COVID-19.

Al momento non vi è alcun contenimento obbligatorio o coprifuoco nazionale in Thailandia.

Ma lo stato di emergenza conferisce ampi poteri ai governatori provinciali per stabilire le proprie regole e alcuni hanno già imposto restrizioni al traffico e coprifuoco parziale

Il governo ha dichiarato lo stato di emergenza in tutto il paese fino al 30 aprile.

  • Ecco le disposizioni adottate finora.Il viaggio interprovinciale è limitato al viaggio necessario. I punti di controllo sanitario saranno istituiti all’ingresso delle province.
  • Le aree a rischio, come i siti di precedenti epidemie, tra cui discoteche e stadi di boxe, saranno chiuse a tempo indeterminato. I governatori provinciali avranno il potere di dichiarare nuove aree a rischio e chiuderle a seconda delle circostanze.
  • Scuole e università chiuse a tempo indeterminato
  • Divieto di conservare quantità eccessive di cibo, forniture, acqua, medicine
  • Divieto di riunioni pubbliche
  • I media che pubblicano informazioni false rischiano di essere chiusi e gli autori delle azioni giudiziarie perseguiti.
  • I governatori provinciali hanno il controllo totale nelle rispettive province
  • Le persone di età superiore ai 70 anni o con una storia di malattia, nonché i bambini di età inferiore ai cinque anni, non devono lasciare la propria casa.
  • Il governo e gli imprenditori sono responsabili della disinfezione di tutti i luoghi di lavoro e di incontro
  • Gli eventi sociali (gite, ecc.) Non erano proibiti, ma venivano fatte richieste per minimizzarli ed essere consapevoli.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments