Sri Lanka, Polinesia, Tunisia … Questi paesi accolgono nuovamente i turisti ma a determinate condizioni

A loro volta, i paesi annunciano la riapertura dei loro confini ai turisti internazionali. Tenendo d’occhio da vicino il controllo dell’epidemia di coronavirus.

Sri Lanka
Tutti i turisti stranieri potranno viaggiare nuovamente in Sri Lanka dal 1 ° agosto e per tutti i tipi di soggiorno (individuale, di gruppo, familiare, ecc.) Della durata minima di 5 giorni.

Nessun gruppo di Covid-19 è stato rilevato nel paese negli ultimi 30 giorni e lo Sri Lanka ha riportato solo 11 decessi e 1.801 infezioni dall’inizio dell’epidemia. Il paese ha quindi deciso di accogliere nuovamente i turisti prendendo molte precauzioni.
In primo luogo, i turisti dovranno avere un certificato all’arrivo attestante che non sono portatori del coronavirus, il test deve essere eseguito meno di 72 ore prima di atterrare.

Quindi, anche con questo documento, dovranno sottoporsi a un nuovo test in aeroporto, quindi ancora altri 4-5 giorni dopo, e un terzo se la durata del loro soggiorno supera i dieci giorni.
In caso di esito positivo del test PCR, una quarantena, che può variare da 14 a 21 giorni a seconda della gravità dei sintomi, deve essere osservata dal viaggiatore in un hotel o struttura ospedaliera designato.
Inoltre, la tariffa del visto passa da 40 a 100 dollari, i visitatori potranno soggiornare solo negli hotel approvati dal ministero e non potranno utilizzare i mezzi pubblici sull’isola.

Polinesia
La Polinesia Francese riaprirà i suoi confini il 3 luglio e ridurrà la quarantena imposta a tutti i nuovi arrivati, prima di rimuoverla il 15 luglio per consentire la ripresa del turismo internazionale, hanno appena annunciato le autorità della comunità d’oltre mare.

Dal 15 luglio, la Polinesia accetterà quindi ancora una volta turisti internazionali dall’Europa e dagli Stati Uniti, i suoi mercati principali.
La destinazione richiederà tuttavia un’assicurazione di viaggio internazionale per tutti i passeggeri non residenti, nonché un test prima della partenza e un altro, per alcuni visitatori, durante il loro soggiorno. Si impegneranno in loro onore a rispettare le distanze e a dichiarare i sintomi che possono verificarsi.
La Polinesia ha interrotto i suoi voli internazionali a marzo, il che le ha permesso di contenere l’epidemia di coronavirus: sono stati rilevati solo 60 casi e non deplora alcun decesso per Covid-19. Nessun turista è quindi sbarcato in Polinesia per quasi tre mesi.
Ma presto dovrebbe cambiare. Air Tahiti Nui ha appena annunciato la ripresa ufficiale dei suoi voli commerciali tra Parigi-CDG e Papeete dal 3 luglio. La compagnia offrirà 4 voli settimanali via Vancouver (Canada) fino al 13 luglio, quindi via Los Angeles, la solita destinazione di transito della compagnia.

Tunisia
Le autorità tunisine hanno annunciato all’inizio di giugno la riapertura, dal 27 giugno, dei confini del paese che era stata chiusa a metà marzo per rallentare la diffusione dell’epidemia di coronavirus. “Riprenderemo i voli gradualmente” in base all’apertura delle frontiere di altri paesi e ai “vincoli di salute”, ha dichiarato ad AFP Anouar Maârouf, ministro dei trasporti tunisino. “Stiamo discutendo con tutti i paesi con cui abbiamo avuto voli diretti (…) L’elenco dei paesi che saranno aperti ai voli a partire dal 27 giugno sarà presto pubblicato”, ha anche affermato.
Le domande sulla continuazione della quarantena obbligatoria all’arrivo dopo il 14 giugno o sull’istituzione di pre-test obbligatori saranno risolte entro la metà di giugno.

Il comitato di controllo del coronavirus ha chiesto ai visitatori di presentare un test negativo eseguito meno di 72 ore prima dell’arrivo sul suolo tunisino. Le persone che arrivano attualmente dall’estero, principalmente i rimpatriati tunisini, sono soggette a una quarantena obbligatoria di 7 giorni in hotel dedicati.
Con 49 morti per coronavirus, il paese è stato finora poco colpito dall’epidemia.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments