Social media e tecnologia rappresentano il futuro nel settore turistico.

Quali cambiamenti dobbiamo attenderci nel settore turistico?

Social media e tecnologia rappresentano il futuro nel settore turistico.

NB: Questo è un articolo ospite di Dimitrios Buhalis, vice direttore del Centro Internazionale per il Turismo e ricerca dell’Ospitalità  e Nicolas Gregori, ricercatore entrambi dell’ Bournemouth University.

Gli sviluppi nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione hanno dato grande impulso al ritmo dei cambiamenti nel settore del turismo e dell’ospitalità e la competitività  per attrarre clienti, su scala globale, è in continuo aumento.

Allo stesso tempo, le esigenze dei consumatori stanno cambiando rapidamente e le loro richieste sono sempre più complesse e sofisticate.

Inoltre, adottando in tempo reale  gli  strumenti dei  social media in Internet, i consumatori hanno acquisito sempre più potere di scelta.

I marchi più importanti del settore devono affrontare questa sfida,  il loro successo o il loro fallimento dipenderà  sempre  più dall’agilità,dalla flessibilità e dalla velocità con cui essi sapranno rispondere ai cambiamenti dinamici delle esigenze dei consumatori.

Questo a sua volta richiede di poter conoscere in tempo reale  le preferenze dei consumatori e la capacità di adeguarsi  alle loro esigenze. Sempre più, un vantaggio competitivo dipenderà dalla capacità delle organizzazioni di impegnarsi in modo interattivo con i loro consumatori globali.

Tuttavia, lo sviluppo e la riprogettazione di offerte di servizi, come risposta a cambiamenti nelle preferenze dei consumatori , è un processo che deve essere continuo e interattivo

Si richiede una conoscenza approfondita dei consumatori,  dei loro bisogni, e una volta creato un costante adeguamento alle esigenze dei consumatori e’ necessario un feedback .

Data la lentezza del processo di sviluppo e l’integrazione del feedback dei clienti in offerte esistenti, le organizzazioni turistiche sono limitate nella loro capacità di rispondere rapidamente ai cambiamenti dinamici della domanda.

In questo contesto i social media agiscono da catalizzatori del cambiamento.

Micro-blogging,  e le piattaforme dinamiche/e dei  social media offrono alle aziende la possibilità di impegnarsi immediatamente con i propri clienti in tutte le fasi della pianificazione di viaggio (prima, durante, dopo), e di acquisire le conoscenze,i desideri e i bisogni  approfonditi dei turisti in tempo reale e recuperare un feedback diretto.

Pertanto, attraverso il monitoraggio del turismo nei social media  le aziende si sono attivate per rilevare le variazioni dinamiche costanti dei bisogni del cliente.

Questo ha implicazioni di grande portata per la gestione di ospitalità e servizi turistici.

Abbracciando tecnologie abilitate a rilevare  in tempo reale i desideri dei clienti, permette risposte proattive  con la creazione di servizi flessibili e agili sul posto o l’adeguamento delle offerte di servizi esistenti

Inoltre aumenta la velocità di cicli di feedback dei clienti e offre quindi opportunità sia (per l’) di identificazione e di recupero di disservizi.

Una marea di studi sui consumatori ha dimostrato che la stragrande maggioranza dei viaggiatori (85% -95%) in realtà non esprime  lamentele.

Inoltre, il “paradosso ripristino del servizio” ci dice che i clienti, che hanno sperimentato un corretto ripristino del servizio sono mediamente più soddisfatti rispetto ai consumatori, che non ha esperienza di mancato servizio

I Social media, in tempo reale, consentono la gestione dei servizio, questo rappresenta  la chiave per la crescita e per l’eccellenza dei servizi in un mercato altamente competitivo.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto,

Fabio.

 

 

About the author  ⁄ Fabio

No Comments