Spagna: Scopriamo la città di Cuenca tra storia arte moderna

La città di Cuenca e’ famosa per le sue case pendenti.

Spagna: Scopriamo la città di Cuenca tra storia arte moderna

Il centro storico di Cuenca sorge su un promontorio roccioso. Questo nido d’aquila sovrasta un circo naturale disegnato dalle gole di Huécar e Júcar, che creano entrambi i lati della città.

Fondata dai Mori nell’8 ° secolo faceva parte del  califfato di Cordoba, in seguito  nel 1177 il re’ di Castiglia la riconquista.

E’ la più bella fortezza medievale della  Castiglia. Le chiese i  palazzi  danno un fascino alla  città vecchia.

Cuenca è famosa per le sue case pendenti costruite sul bordo del burrone. Possiamo dire di trovarci davanti a un museo a cielo aperto.

Una città costruita in un circo naturale.

A metà strada tra Madrid e Valencia, la città superiore di Cuenca sorge in un paesaggio rurale di montagne e roccia. È circondata da due gole, quelle di Huécar e Júcar, che formano pareti naturali. È comprensibile perché i Mori hanno scelto questo sito strategico, naturalmente fortificato. Nelle vicinanze, le montagne rocciose sono striate di boschi di pini, olmi e pioppi.

Questi paesaggi austeri scolpiti dall’erosione, tutte le montagne e le rocce, le foreste e i fiumi, evocano il teatro delle avventure di don Chisciotte, il nascondiglio nato sotto la penna di Cervantes. Una grande opportunità per leggere questo gioiello della letteratura spagnola.

Sulla topografia, la città di Cuenca è divisa in due parti. La maggior parte delle abitazioni e dei negozi, generalmente moderni, sono concentrati nella città bassa o nella nuova città. Situato su un promontorio roccioso, la città salta, il quartiere storico della città, ha tutto un suo fascino.

La città storica è stata registrata con l’Unesco per le sue meraviglie di architettura civile e religiosa dal XII al XVIII secolo. Le stradine ripide, spesso pedonali, sono punteggiate da scale e passaggi coperti. Foderata di conventi fuori dal tempo e case decorate con stemmi, questi vicoli ti conducono all’interno di un panorama unico.

Attraversando la valle di Huécar, il ponte di ferro San Pablo collega la vecchia città al parador di Cuenca. Costruito nel 1902 e lungo 80 metri, si erge a circa 40 m dal suolo. Si trova al posto di un ponte di pietra del XVI secolo, che è crollato prima di essere completamente distrutto alla fine del XIX secolo.

Le linee del ponte di ferro e il suo materiale richiamano le costruzioni di Gustave Eiffel. Le pietre del ponte storico che sono state recuperate per altre fondazioni, uno degli studenti dell’ingegnere ha avuto l’idea di costruire un ponte di ferro, in sintonia con le tendenze architettoniche del tempo.

Ma la vera curiosità di Cuenca risiede nelle casas colgadas, o nelle case pendenti, appese alle pareti della scogliera. Sulla montagna, i loro balconi in legno appendono sopra il vuoto e il letto del fiume. Queste case di maestri e nobili sono attribuiti ad una origine medioevale, forse musulmana.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.
A presto
Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments