Stati Uniti: 5 buoni motivi per andare a Dallas

Dallas una città tuta da scoprire.

dallas

La città di Dallas è tanto poco conosciuta  quanto i suoi abitanti lo adorano. Per apprezzare appieno la sua energia, ecco 5 buoni motivi per soffermarsi nelle strade di “Big D”.

  1. Il più grande quartiere artistico della città

Stati Uniti: 5 buoni motivi per andare a Dallas

Lungi dall’essere un deserto culturale, Dallas vanta il “più grande distretto artistico degli Stati Uniti”, il Dallas Arts District, situato su oltre 27 ettari a nord di Downtown.

L’insieme  è inizialmente di interesse architettonico, con diversi edifici degni di nota dei più grandi architetti del XX secolo: il Centro di scultura Nasher di Renzo Piano, il Centro sinfonico Morton H. Meyerson di Ieoh Ming Pei, il Dee e il Charles Wyly Theatre di  Rem Koolhaas e Joshua Prince-Ramus …

Nel bel mezzo di teatri, uffici e ristoranti, questo quartiere artistico ha anche diversi musei da non perdere. E il Dallas Museum of Art (DMA) è forse quello che merita la visita più lunga: perdersi promette piacevoli contemplazioni, con 24.000 opere che coprono 5.000 anni di creatività umana.

La visita consente di ammirare una delle versioni delle opere di “Ninfee” di Monet o di Modigliani, nonché alcuni dipinti di Winston Churchill. Il museo presenta anche una ricostruzione dell’antica dimora di Coco Chanel sulla Costa Azzurra, la Villa La Pausa, accompagnata da un’impressionante collezione di dipinti, sculture, arti decorative e oggetti appartenuti alla sarta.

2. Gli ultimi minuti della vita di JFK

Stati Uniti: 5 buoni motivi per andare a Dallas

La città di Dallas è famosa per essere stata teatro dell’assassinio il 22 novembre 1963 del 35 ° Presidente degli Stati Uniti, John Fitzgerald Kennedy. Al Sixth Floor Museum, situato all’interno dell’edificio in cui ha sparato Lee Harvey Oswald, la vita del più famoso Kennedy viene tracciata attraverso film, foto e altri documenti, commentati da un’audioguida.

Dopo aver ricordato il contesto politico, economico, sociale e diplomatico dell’arrivo del più giovane Presidente degli Stati Uniti, i visitatori arrivano velocemente alla finestra da cui è sparato il killer, uccidendo JFK la cui limousine circolava  su Dealey Plaza . L’angolo, protetto da finestre, è stato tenuto così com’è, e le scatole di libri che nascondevano l’assassino sono ancora sistemate nello stesso modo.

È difficile non fermarsi per lunghi minuti davanti al palco, a pochi centimetri da dove si trovava Lee Harvey Oswald. Un momento tanto più intenso come possiamo vedere attraverso la finestra la croce bianca dipinta sulla strada, esattamente dove è morto JFK.

3. Pura gastronomia americana 

Stati Uniti: 5 buoni motivi per andare a Dallas

Il barbecue è una tradizione texana consolidata. Il petto, la specialità – e l’orgoglio – locale, in realtà non ha equivalenti con il nostro . Ed è un peccato: ben marinato e ben preparato, questo costato di manzo è eccellente. Questo è il caso di Lockhart Smokehouse, un’istituzione a Dallas, dove la carne, venduta a peso, viene gustata senza problemi, anche su set di carta, accompagnata da salse spesso allevate, in un ambiente tipicamente texano non resisti all’impulso di fotografarlo.

Recentemente, Dallas si è anche proclamata la “capitale della Margarita” e offre ai suoi visitatori un itinerario urbano su questo tema, il Margarita Mile. L’app dedicata identifica e localizza bar che servono i migliori margaritas della città, ma anche i più originali (con peperoni jalapeno, azoto liquido …). Una bella passeggiata per scoprire la città e i suoi indirizzi più alla moda.

Non lontano dal centro, c’è anche un paradiso del cibo sano: il Dallas Farmers Market, aperto 7 giorni su 7, dove gli agricoltori locali vendono i loro prodotti dal 1939. Il posto è stato modernizzato, ma non ha perso nulla della sua reputazione tra i buongustai. C’è una vasta scelta di frutta fresca e verdure di stagione, bancarelle di cucina del mondo, ecc.

4. i nuovi spots arty

Stati Uniti: 5 buoni motivi per andare a Dallas

Dallas vede i suoi vecchi laboratori e fabbriche trasformarsi gradualmente in ritrovi di artisti, poi in luoghi alla moda dove è bello creare, reinventare e festeggiare. Deep Ellum, che ricorda Williamsburg a Brooklyn, è uno di quei luoghi in piena rinascita.

I magazzini abbandonati sono ora sede di un brewpub, diversi bar accoglienti, concept store, negozi di riparazioni di biciclette e negozi di tatuaggi. Menzione speciale per l’amichevole BrainDead Brewing, dove beviamo appollaiati su sgabelli in un arredamento tanto semplice quanto felice.

Un altro quartiere in continua evoluzione, il Bishop Arts District è stato, fino a poco tempo fa, uno dei segreti meglio custoditi di Dallas. Ma l’installazione di caffè, librerie, negozi di antiquariato e negozi di abbigliamento, gioielleria e arredamento, a difesa di un approccio etico, è stata la ragione della sua riservatezza.

Da allora, il distretto si è concentrato più che mai sulla sua natura alternativa, attirando un numero crescente di residenti desiderosi di consumare e vivere localmente. In programma: una pausa in un coffee shop, shopping presso mercanti indipendenti, visite a laboratori o degustazione di sidro fatti in Texas. Amiamo lo spirito hippie del quartiere e le sue dimensioni umane, che contrastano con gli edifici di Downtown.

La città sorella di Fort Worth

Stati Uniti: 5 buoni motivi per andare a Dallas

La vicina città di Fort Worth merita una visita. Ha un distretto culturale onorevole (Takasi Murakami è sotto i riflettori del Modern Art Museum fino a settembre), una vasta scelta di bar con decorazioni originali, una scena artistica interessante, e soprattutto un quartiere storico unico, il Forte Vale vale la pena di andare a vedere Stockyards, dove la cultura del cowboy viene celebrata come in nessun luogo.

Qui, vediamo ancora la sfilata di bestiame due volte al giorno,  applaudire uno spettacolo di rodeo, andare al negozio di cappelli e stivali o unirsi al Texas di Bill Bob, il più grande honky tonk del mondo, dove la musica dance e country riunisce ogni fine settimana migliaia di cowboys in un’atmosfera intergenerazionale tra le più festose.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto 

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments