Tanzania: il paese dei grandi laghi – 1 parte

Lago Vittoria, Lago Tanganica e lago Natron ne fanno il paese dei grandi laghi.

 Tanzania: il paese dei grandi laghi - 1 parte

La Tanzania è il risultato di una miscela unica che invita a sognare. Una terra di fuga, dominata dalla sagoma familiare del Kilimanjaro.

Da un lato il Tanganica, l’ex provincia coloniale brittanica e Zanzibar nota per l’inflienza congunta delle culture arabe, persiane e bantu.

Nonostante la crescita anarchica delle sue due città principali, la Tanzania ha mantenuto la sua bellezza mozzafiato.

Benvenuti nella terra dell’eterna Africa.

Arusha: La febbre della Tanzanite

 Tanzania: il paese dei grandi laghi - 1 parte

Arusha é considerata  la capitale mondiale del safari.  Le strade di questa città di 500.000 abitanti, dove convergono la maggior parte degli europei , brulica di turisti in pantaloncini e cappello alla John Wayne.

Dominata dalla splendida cima del Monte Meru  (4566 m), Arusha gode di un clima  piacevole. A 1500 m di altitudine, la temperatura è né troppo calda né troppo fredda.

E ‘possibile ammirare  in una giornata limpida la cima del Kilimanjaro, situato a 80 km.

Nella  più grande città del nord dellaa Tanzania ha  Sede il Tribunale penale internazionale per il Ruanda, responsabile dei crimini di genocidio del 1994.

E’ famosa anche per un gioiello di un blu intenso con riflessi violacei, la  tanzanite (foto), La si trova solo qui

Scoperta nel 1967 da un pastore Maasai, da allora ha fatto le fortuna di questi pastori, di cui sfruttsno  il 95% delle miniere di tanzanite, dove le condizioni di lavoro sono deplorevoli.

La maggior parte hanno lasciato il villaggio per vivere a Arusha.

E’ vicino al mercato centrale  che si trovano, formando come un alveare, una colonia rosso e blu, i colori delle loro vesti (il shuka).

Sotto tessuti, le pietre vengono scambiati, come dollari. E’vietato fotografare se no devi pagare: i Masai, amano la  discrezione.

Con un colpo d’occhio , determinano il valore delle  pietre  di cui si dice che sono  mille volte più rare dei diamanti.

La Tanzanite ha  un grande successo nelle gioiellerie di lusso negli Stati Uniti.

Tanganica, lunghezza e profondità

 Tanzania: il paese dei grandi laghi - 1 parte

La Tanzania è piena di record. Il lago Tanganica, a sud-ovest, incarna l’enormità di questo paese quasi due volte laFrancia.

Si potrebbe paragonare il Tanganica  al Cile: molto lungo e piuttosto stretto. Il lago é lungo 680 km (il primo al mondo per questa caratteristica ) e solo 60 km di larghezza.  La sua profondità (1435 m) fa di lui il secondo lago  al mondo dopo il lago Baikal in Russia.

Per navigare il Tanganyika, bisogna  prendere un traghetto centenario, costruito nel 1910 in Germania. Le parti sono stati spedite da Amburgo e poi assemblate sul posto.

Il liemba MV (foto) attraversa il lago ogni settimana da nord a sud. Si parla di sostituirlo e di trasformarlo in un museo galleggiante nella città di Kigoma. Nel frattempo, continua il suo servizio senza batter ciglio.

L’esploratore David Livingstone finì i suoi giorni sul lago. Morì nel 1871 in Ujiji, nei pressi di Kigoma, dove è stato aperto  un museo dedicato alla sua memoria.

Il suo corpo fu trasportato dal giornalista Henry Morton Stanley a Zanzibar. Lo stesso che, poco prima della morte di Livingstone, l’esploratore lanciò  in occasione del primo incontro l’ormai leggendaria “Doctor Livingstone, I presume? “.

Il Tanganica, è anche l’unico posto in Tanzania dove vivono gli scimpanzé. Questi primati sono stati resi famosa dal lavoro di un  scienziato inglese Jane Goodall arrivato sul luogo nel 1960.

Serengeti, la grande pianura animale

 Tanzania: il paese dei grandi laghi - 1 parte

Uno degli ultimi bastioni della vita animale, il Serengeti National Park, ad ovest di Arusha, è noto agli amanti dei documentari. Tutti gli animali vivono in questa grande pianura verde e abbondante. Lo spettacolo non si ferma mai in questo paradiso naturale.

Il Serengeti è anche la migrazione tra la Tanzania e il parco del Kenya  Maasai Mara.

Un milione di gnu, zebre e antilopi,  sfidano i pericoli ei capricci del cielo per raggiungere prati verdi.

Il fiume Mara, riserva a questi animali molti pericoli. Infestato da coccodrilli, che aspettano pazientemente il passaggio degli  erbivori.

Quanti muoiono annegati o schiacciato dalle fauci di coccodrilli? Questa scena della vita selvaggia viene immortalata da molti  fotografi di tutto il mondo.

Il Serengeti è anche il brivido della notte per alcuni.  Al minimo rumore, l’immaginazione prende il sopravvento.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments