Thomas Cook chiude definitivamente i battenti

Thomas Cook ha chiuso.

La notizia è arrivata su tutte le testate del mondo il 23 settembre, Thomas Cook, la più antica agenzia di viaggi del mondo, è stata costretta a chiudere. Uno shock nel mondo dei viaggi.

Fino alla settimana scorsa, il gruppo britannico sperava ancora in un salvataggio, ma sfortunatamente non era possibile. Un’intera serie di procedure per i clienti già in viaggio o quelli che hanno prenotato per un prossimo soggiorno sono in atto e possono essere lette sul sito Web di Thomas Cook.

Per il momento, l’entità delle ricadute di questo fallimento nel settore turistico a Mauritius e nel mondo non è ancora misurabile, ma sappiamo già che un’operazione di rimpatrio per quasi 600 000 clienti sono in corso e sfortunatamente saranno interessati 22000 dipendenti a livello globale.T

L’ultima agenzia di viaggi del mondo, non ha s trovato alcuna soluzione per rimediare il fallimento. Le autorità britanniche dovranno organizzare il ritorno di 150.000 dei loro cittadini, il doppio rispetto al fallimento della compagnia aerea Monarch due anni fa. Hanno attivato un piano di emergenza chiamato “Operazione Cervino”, che prende il nome da una campagna di bombardamenti degli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale.

“Il governo e l’autorità aeronautica stanno avviando la più grande operazione di rimpatrio per civili nella storia del tempo di pace”, ha dichiarato il Dipartimento dei trasporti del Regno Unito in una nota.

Parallelamente, la Civil Aviation Authority (CAA) del Regno Unito ha dichiarato che Thomas Cook “ha cessato le operazioni con effetto immediato. Tutte le prenotazioni, i voli e i soggiorni di Thomas Cook sono ora cancellati.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio


About the author  ⁄ Fabio

No Comments