Tokyo: 3 esperienze insolite 100% giapponese

Scoprire Tokyo è sempre un’esperienza esotica. Tutto è più grande, più folle, più colorato, più eccentrico.

La città di Tokyo presenta al turista delle sfaccettature uniche nel suo genere, tra passaggi forzati dei turisti e uscite più “locali.”

Partecipa ad una esibizione di Kabuki.

Il Kabuki, o il teatro tradizionale giapponese è, per i principianti, il gioco premuto, scherzi, costumi, musica chitarra trio Shamisen, Taiko-percussioni e flauto-nohkan!) e dei codici culturali sconosciuti. L’esperienza è valsa la pena, ma non è facile arrestarsi per 4 ore 30 in uno spettacolo di questo tipo in un programma guidato già pieno….

Il vantaggio di Kabuki-za, incongruenza architettonico di 130 anni di età perso in piena verticalità a Ginza ( quartiere di lusso) di Tokyop dove si può partecipare a solo un atto (Makumi, 1 200 yen, il prezzo può variare).

Due consigli: non sederti in prima fila , una barra protettiva disturba la visibilità e prendi la tavoletta magica, che sincronizza le repliche e sottotitoli in inglese (deposito 500 yen + 1.000 yen che vengono restituiti al restituzione del tablet).

E non essere sorpreso dal contrasto tra il pubblico dove puoi assitere alle urla, divertenti, nomi di istruttori (Yago) attori (che noi chiamiamo questa pratica kakegoe) … Lo spettacolo è anche sugli spalti

Kabuki-za: 4-12-15 Ginza, Chuo, Tokyo 104-0061. Pagamento solo in contanti. Vieni 1 ora prima per acquistare il tuo “posto per un solo atto”.

Partecipa a un’opera in un grattacielo al Tokyo Opera City Hall.

I giapponesi conoscono la musica (classica): dobbiamo loro diversi virtuosi (Aimi Kobayashi, Nobuyuki Tsujii, Mitsuko Uchida), esperti acustici come la compagnia Nagata Acoustics, che ha realizzato in particolare il suono della Philharmonie di Parigi e una passione per la 9a sinfonia di Beethoven alle vacanze di Natale.

Non aspettarti un’opera come Verdi , la Tokyo Opera City Concert Hall si trova in un … grattacielo a Shinjuku. Ma che sorpresa una volta entrato in questa stanza. Il legno di quercia incornicia la struttura piramidale che invita all’ascolto contemplativo. In questa bara inaugurata nel 1997, la cui forma ha tutto di una cappella, osserviamo un silenzio … cattedrale.

Difficilmente riusciamo ad ascoltare il respiro del pubblico, composto da trentenni in costume o coppie di sessantenni . Un’esperienza da non perdere.

Immergere nudi in un send? o onsen

In Giappone, è un passaggio popolare e rinfrescante dopo una lunga giornata di lavoro o tra mezzogiorno e le due del pomeriggio : l’onsen (sorgenti termali naturali) o il sent? (bagni pubblici in interno) in cui grandi e piccini vengono a dilettarsi.

Ad esempio, Jakotsuyu, un discreto sent? in uno stretto vicolo di Asakusa. Come funziona ? Devi mettere le scarpe negli armadietti situati all’esterno, puoi scegliere la formula al distributore di biglietti (senza asciugamano, con gel doccia, abbonamenti …) c’e’ sempre qualcuno disposto ad aiutarti , entri presentando il tuo biglietto, controlliamo che i tatuaggi siano ben accetti (per chi ne ha) e vai a spogliarsi nel guardaroba maschile facendo attenzione a non sbagliare.

Pudici astenersi: devi essere nudo . E, soprattutto, non dimenticare di lavarti prima di entrare nei diversi bagni, qui bagni caldi (fino a 45 °) e freddo, bagno elettrico, vasca idromassaggio. Sono disponibili anche piscine esterne Rotemburo, nonché sedili rilassanti o aree individuali con specchio e soffione per sfregare e insaponare.

Inoltre, una mosaico raffigurante il monte Fuji, con toni marroni e giallo bolla, e grandi carpe che si agitano all’esterno, ti fanno sentire come un pesce.

Jakotsuyu: 1-11-11 Asakusa, Taito, Tokyo 111-0032. Tatuaggi accettati 460 yen l’ingresso, 60 yen l’affitto di un asciugamano.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments