Traveller cheque a che cosa servono

Un modo sicuro per viaggiare in sicurezza con i traveller cheque.

 

traveller cheque che cosa sono

Al momento in cui ci si appresta a visitare un paese che non rientra nell’area dell’Unione Europea è necessario informarsi su quale sia la moneta corrente, e in particolare  prima di partire chiedersi “in che modo posso pagare”.

I paesi remoti sono poco equipaggiati per pagamenti di tipo elettronico anche se nelle principali città troverete sportelli bancomat dove ritirare i contanti.

In Italia si possono reperire le valute più comuni ma se si cerca una moneta particolare è meglio acquistarla in loco, spesso all’aeroporto di arrivo c’è un ufficio di cambio dove non è da escludersi che accettino anche gli Euro.

Il cambio deve essere sempre esposto, ma è consigliabile contare i soldi con una calcolatrice alla mano onde evitare di ricevere meno del dovuto.

Non spaventatevi quando per 100 euro riceverete in cambio una montagna di banconote.

Nei paesi del terzo mondo non sempre la sicurezza è garantita e a questo proposito per non portare troppi cointanti. è utile che una parte della somma sia costituita da traveller cheque in dollari o euro.

Che cosa sono i traveller cheque?

I traveller cheque sono assegni di viaggio anche detti anche traveller’s cheque che permettono al turista di avere con sé la somma di denaro che desidera senza la paura di perdere i soldi oppure di essere derubato, essendo questi rimborsabili al 100%.

Sono emessi solo da istituti di credito autorizzati: generalmente vanno prenotati presso la propria banca con un paio di settimane di anticipo.

Chi può utilizzare i traveller cheque

I traveller cheque sono assegni nominativi intestati alla persona che li utilizzerà.

All’atto dell’acquisto, viene richiesto di apporre una firma sugli assegni, una seconda firma verrà richiesta al momento della trasformazione dei Traveller cheque in contanti.

Chi riceve l’assegno può così fare il confronto con la firma originale ed essere sicuro della regolarità dell’operazione.

Attenzione a porre firme assolutamente uguali, altrimenti si dubiterà della vostra identità; il documento di identità è necessario al momento dell’utilizzo.

E’ un’ottima alternativa alla carta di credito, specie per viaggi sporadici per privati e famiglie.

Dove si possono usare i traveller cheque

I traveller cheque sono utilizzabili sia presso tutti gli istituti di credito all’estero, per prelevare il corrispondente in valuta locale, sia direttamente presso i più grossi alberghi, ristoranti, centri commerciali.

Solitamente non vengono accettati  presso piccoli esercizi commerciali o piccole strutture alberghiere.

Al rientro in Italia, si potranno tenere per il prossimo viaggio o cambiare presso la propria banca tutti gli assegni rimasti inutilizzati.

Accertatevi però sempre attraverso le guide che i travel cheques siano accettati.

Generalmente le banche  insistono per non emetterli in quanto ritengono che sia un prodotto superato, questo non è affatto vero sopratutto nei paesi in via di sviluppo dove ci sono spesso dei metodi di pagamento antiquati e dove la sicurezza non è affatto garantita.

Cosa si deve fare in caso di furto o smarrimento dei traveller cheque

In caso di furto o smarrimento, il proprietario dei traveller  cheque deve telefonare immediatamente al centro rimborsi più vicino o alla banca, per bloccare gli assegni.

Tale servizio è sempre disponibile 24 ore su 24.

Di fatto non sono utilizzabili da eventuali terzi che non abbiano il vostro documento di identità e la medesima vostra firma.

Per questo, vanno sempre tenuti separati da altri documenti. Dopo aver fatto la denunciadi smarrimento o di furto dei traveller cheque alle autorità giudiziarie il cliente deve compilare un modulo per la procedura di rimborso, al quale allegherà la copia del contratto di acquisto corrispondente agli assegni denunciati.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrita’ fisica.

A presto,

Fabio.

About the author  ⁄ Fabio

5 Comments

  • Rispondi
    tony
    09/04/2015

    ciao fabio ho un travel’s cheque da 500 dollari come posso fare per cambiarlo?????oppure qualcuno mi può consigliare come cambiarlo??? grz in anticipo

    • Rispondi
      Fabio Author
      10/04/2015

      Ciao Tony,
      In Italia non vengono più accetati agli istituti di cambio
      saluti e buon viaggio
      Fabio
      http://comeviaggiareinformati.it

  • Rispondi
    CEREA giancarlo
    22/04/2013

    uso da sempre i traveller cheques per i miei viaggi ma negli ultimi anni e’ diventato sempre piu’ difficile trovarli perche’ le banche non li emettono piu’ preferendo per ovvi motivi le carte di credito (ci guadagnano molto ma molto di piu’). fino allo scorso anno ero costretto a rivolgermi al locale ufficio di american exporess in milano via larga, unico luogo che emetteva traveller cheques, al massimo mille euro alla volta con acquisti distanziati di aLMENO 15 GG, CHE COMODITà! ORA ANCHE QUESTO UFFICIO E’ CHIUSO. QUALCUNO PUO’ DIRMI DOVE ACQUISTARE 10.000 EURO DI TRAVELLER CHEQUES AMERICANO EXPRESS IN EURO O DOLLARIUSA? GLI SAREI IMMENSAMENTE GRATO – CORDIALI SALUTI

    • Rispondi
      Fabio Author
      22/04/2013

      Buongiorno Ginacarlo,
      Al momento non so darti una risposta esaudiente in quanto la maggior parte delle persone adopera le carte di credito. Mi informo e ti faccio sapere al piu presto.
      saluti
      Fabio
      http://comeviaggiareinformati.it

    • Rispondi
      Fabio Author
      23/04/2013

      Buongiorno Giancarlo,
      Ho telefonato in Svizzera per vedere se era possibili trovarli, mi hanno confermato che dal 2009 il paese non emette piu i Traveler Cheques e molti paesi europei tra cui l’Italia non le emettono piu.
      Ho provato negli Stati Uniti nel sito di Amercian Express c’e la funzione fund ma da errore.
      Penso che l’unica soluzione rimane la carta di credito o la Travele Cash
      http://www.swissbankers.ch/Informazioni-sui-paesi.5.0.html?&L=2&layout=0&sprachnav=1&tx_countryinfo2_id=64&tx_countryinfo2_tab=2

      per qualsiasi chiarimento resto a tua disposizione
      saluti
      Fabio
      http://comeviaggiareinformati.it