Turchia:Pamukkale, una montagna insolita

La montagna di Pamukkale, o il “castello di cotone”!

Turchia:Pamukkal, una montagna insolita

Una montagna bianca calcarea in cui l’acqua scorre costantemente, sorgenti calde di 36 gradi, tramonti mozzafiato, il tutto circondato da resti antichi.

Sono  arrivato  a Pamukkale in Turchia! Situato nel sud-ovest, in particolare nei pressi della città di Denizli, la natura ha reso questo posto strano e bello.

Capirai  che non ho potuto resistere a percorrere questa terra misteriosa. . C’è la montagna con le sue sorgenti termali, alla sommità della città antica di Hierapolis, e naturalmente la città di Pamukkale.

Pamukkale, che nella lingua locale significa castello di cotone, è un meta  da non perdere  per qualsiasi turista che visita la Turchia. Pamukkale è vicino a Denizli, una città che non ha niente di particolare, vive sopratutto di giorno con i suoi negozi turistici e durante la notte il silenzio giace nella città .

L’emblema è un galletto. Ci sono pochi alberghi decenti che vanno da 30 a 60 € per camera e hotel lussuosi  nella zona di Pamukkale dove il turismo del benessere è favorita con i benefici delle fonti.

Il sito naturale di Pamukkale è combinato con l’antica città greca di Hierapolis e in seguito romana che richiede  almeno 2 o 3 ore durante la visita.

Il costo della visita é di  20TL lire (parcheggio, visitare Pamukkale e Hierapolis inclusi). Hierapolis è dedicato ad Apollo, si potranno apprezzare i resti del Tempio di Apollo, la necropoli, il teatro (circa 3 km a piedi).

Pamukkale, un sito geologico unico al mondo

La  visita a Pamukkale è un must; un’attrazione che offre una patrimonio splendido  e ben conservato , grazie agli sforzi compiuti con l’aiuto dell’ Unesco … Pamukkale è caratterizzata da “piscine “, la sua acqua calda spumeggiante, scorre attraverso le montagne, coperto con uno strato bianco sorprendente il che la rende una curiosità geologica unica.

Queste acque sono composte da  vari minerali, che hanno scavato nella terra bacini  circolari adecine, che sono di colore biancastro a causa della forte presenza di calcare.

Di gran lunga, lo spettacolo è incredibile,  si potrebbe pensare a dei  banchi di nebbia, dalle superficie congelati  in una zona caratterizzata principalmente da paesaggi aridi bruciati  da temperature calde soprattutto in estate.

Una volta all’interno del sito, il rito di visitatori da tutto il mondo e soprattutto dall’ Europa orientale, la Germania, la Francia e la Russia, ma anche il Giappone e la Cina , il clou é percorrere le piscine  per godere il pediluvio nelle terme romane e infine con un bagno di fango nelle  vicine sorgenti termali, note per le loro proprietà curative! …

L’entrata alee terme é di  18 lire (€ 10) per un bagno nelle sorgenti . Da non perdere il sito di sorgenti termali di acqua calda , in cui si riscontrano le stesse formazioni geologiche che a  Pamukkale, ma di colore ocra…

È possibile sperimentare i fanghi naturali, i benefici di questa acqua zampillante che lenisce il dolore miracolosamente. L’acqua che proviene dalla sorgente raggiunge 80 ° C …

Il paese in cui si trovano queste fonti è molto bello, ci sono molti piccoli negozi, un tipico mercato, ristoranti, dove si mangia per terra, che è un’esperienza molto bella …  Si trova a 4 km dal sito Pamukkale

Le terme di Hierapolis

All’ingresso del sito, potrete vedere le terme romane senza difficoltà; segni della presenza e della modernizzazione della città greca, una volta la regione occupata dai Romani.

Essi attirano molti turisti, anche se il prezzo per nuotare  è abbastanza proibitivo rispetto ad altre attività viste fino ad ora , data la qualità e l’attrattiva dei luoghi sono un prezzo ridicolo. Costo 15 € (35 lire). E ‘ovviamente possibile noleggiare asciugamani e costume da bagno. La piscina offre alcune attività divertenti con rocce sparse sul fondo ….

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments