Viaggiare con le navi mercantili – 2 parte

Viaggiare con le navi mercantili nell’era del TGV e dell’ A380?

Viaggiare con le navi mercantili - 2 parte

Il mondo delle navi mercantili è un mondo a sé, all’interno di questi bisonti del mare trovi un equipaggio multirazziale, ti può sembrare strano ma il cibo è ottimo, non ha niente da invidiare agli chef che ci sono sulle navi da crociera.

Continuiamo il nostro viaggio con altre informazioni utili.

Prima di partire

Preparare il proprio soggiorno

Per vivere il viaggio al meglio su una nave mercantile , é necessario prepararlo in modo dettagliato. Questo può richiedere diverse settimane o addirittura mesi di anticipo.

Quindi, se si passa attraverso un’agenzia, le condizioni di prenotazione e di cancellazione devono essere studiate attentamente . Assicurati che il passaporto abbia validità per almeno sei mesi, dovrai presentarlo ai funzionari del servizio immigrazione nei porti di scalo

Per semplificare tutte le formalità , visto di ingresso e di uscita devono essere in regola.

Per alcuni paesi, verificare che le vaccinazioni (febbre gialla in particolare) siano state eseguite..

Per questo tipo di viaggio bisogna essere molto flessibili.

Alcune navi possono lasciare il porto con un anno e mezzo di ritardo. Questo è probabilmente uno dei principali svantaggi di viaggiare con le navi mercantili.

Quindi, se facciamo un viaggio con andata semplice evitiamo di comprare i biglietti d’aereo non negoziabili e non rimborsabili per il ritorno .

Portate con voi

Il tuo guardaroba deve essere adatto alla destinazione.

Anche in estate l’aria del mare é fresca soprattutto di notte. Tuttavia, è meglio conoscere il “dress code” in vigore su ogni nave.

  • Copri capo per evitare colpi di sole
  •  occhiali da sole sono indispensabili.
  • Un binocolo può essere utile, in particolare per osservare la vita marina.
  • Si pensi anche a portare valuta locale per una breve sosta
  • le medicine in caso di mal di mare
  • Per quanto riguarda i mezzi di comunicazione quali fax e telefoni, si trovano a bordo, ma sono più costosi di quelli a terra.

Pochi giorni prima della partenza

E ‘meglio arrivare nella città d’imbarco almeno uno o anche due giorni di anticipo prima della partenza. E’ consigliato avere il piano del porto

Il giorno G, devi contattare l’agente di porto, che supervisiona le attività d’ imbarco delle navi, ed è responsabile delle manovre di carico e scarico.

Egli vi darà il tempo di arrivo della vostra nave e la sua posizione nel porto. Inoltre, è sempre consigliabile controllare prima di partire la distanza dei porti dal centro della città, per sfruttare appieno gli scali.

Durante il viaggio

Regole di vita sule navi mercantili

Non esitate a chiedere al capitano domande sulle regole e le usanze della nave.

Il capitano è al comando della nave e determina la vita di bordo , dopo di lui nella gerarchia c’e’ il direttore di macchina).

Se volete andare sul ponte, è a lui che dovete chiedere. Se non si rispettano queste istruzioni, si rischia di lasciare la nave al prossimo scalo. . Sulle navi da carico, l’inglese è la lingua più comunemente parlata.

Durante gli scali bisogna dare sempre un numero di telefono o l’indirizzo dove si può essere raggiunti rapidamente.

Gli scali di solito hanno una durata compresa tra le 12 e le 36 ore, ma nei porti moderni possono durare meno di sei ore.

Quando ci sono le manovre di carico e scarico merci, evitiamo di girovagare per la nave, eviteremo cosi’ di interferire con il lavoro dei marinai, inoltre gioverà alla nostra sicurezza.

Ricordate questa regola d’oro: a bordo di una nave mercantile, la priorità/ sono le merci non i passeggeri.

Svaghi

Dobbiamo prepararci all’idea che si può trovare nessuno con cui parlare. E poiché non ci sono distrazioni, potrai occupare il tuo tempo leggendo , fare schizzi se ti piace il disegno

Si può anche decidere di fare altro oltre a guardare l’oceano. Attenzione al mal di mare

Spesso le navi mercantili sono munite di piscine di acqua di mare . A volte ci sono tavoli da ping pong, una sauna spesso con attrezzature da palestra. L’area ricreativa offre anche la possibilità di guardare i film.

Servizi

I pasti sono serviti ad orari regolari (ad esempio, 7 h, 11 h 30 e 17 h), insieme all’ equipaggio. Il tipo di cucina che viene servita dipende dalla nazionalità del cuoco.

A questo proposito, noterete che non vi farà favoritismi

Per lavare i tuoi vestiti, una lavatrice (con asciugatrice, ferro da stiro …) sono a tua disposizione.

In generale, lenzuola e asciugamani sono forniti. E se non ci sono steward, il passeggero deve aver cura di conservare e pulire la sua cabina.

Bevande alcoliche e sigarette sono spesso venduti a bordo di piccole negozi duty-free.

La Carta di credito e assegni non sono accettati, i pagamenti si effetuano in dollari a volte in euro

Le mance, non ci sono regole in merito, piccoli gesti sono apprezzati e non vi sarà mai chiesto di lavorare!

Itinerari e prezzi

Ci vuole una media di € 100 al giorno, compresi i pasti. A causa della durata del viaggio, può costare di più che viaggiare in aereo.

Porti di imbarco e di sbarco, l’itinerario può variare per molti motivi (condizioni atmosferiche, congestione portuale etc..), ciò può comportare un cambiamento del viaggio o della tariffa.

Questo non è un viaggio che si può fare solo per un week-end. In generale, ci vuole circa un mese, anche se agenzie offrono itinerari di due settimane. Il giro del mondo di solito dura 3-4 mesi. Ecco tre esempi di itinerari:

Un breve

Anversa (Belgio), Salerno (Italia) in dieci giorni. Percorso: Anversa, Bristol (Regno Unito), Setubal (Portogallo), Livorno, Civitavecchia (vicino Roma), Salerno (Italia), Pireo (Grecia), Gemlik, Yenikoy (vicino Turchia), Salerno.

Un lungo viaggio

Le Havre-Buenos Aires in 28 giorni. Indicazioni: Le Havre (Francia), Bilbao (Spagna), Casablanca (Marocco), Dakar (Senegal), Banjul (Gambia), Conakry (Guinea), Freetown (Sierra Leone), Salvador de Bahia, Vitoria, Rio de Janeiro, Santos (Brasile), Zarate, Buenos Aires.

Un percorso circolare

Tutto il mondo tramite il canale di Panama in 84 giorni. Indicazioni: Le Havre, New York, Norfolk, Savannah (Stati Uniti), Manzanillo (Panama), Canale di Panama, Papeete (Tahiti), Noumea (Nuova Caledonia), Brisbane, Sydney, Melbourne (Australia), Auckland (Nuova Zelanda), Canale di Panama, Manzanillo, Savannah, Philadelphia, Tilbury, Rotterdam (Paesi Bassi), Dunkerque, Le Havre.

Informazioni sulla marina mercantile

Agenzie e compagnie

Mer et Voyages – La Compagnie CGA -CGM – Le club des Voyageurs en Cargo – Grimaldi Freighter Travel

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

 

 

About the author  ⁄ Fabio

No Comments