Vietnam: Tecniche usate dai taxi per truffare i turisti stranieri

La più parte dei taxi usano logo e numeri di telefono falsi.

 Vietnam: Tecniche usate dai taxi per truffare i turisti stranieri

Il giornale Tuoi Tre ha condotto un sondaggio sui taxi nella ex Saigon sulle diverse tecniche utilizzate per truffare turisti, soprattutto stranieri.

In Vietnam, soprattutto , a Ho Chi Minh City, dobbiamo distinguere i taxi senza licenza con coloro che lavorano legalmente, scrive il giornale.

I primi non hanno alcun segno distintivo sul tetto, spesso ne espongono uno falso.

Quando la polizia esegue dei controlli i tassisti fuggono, oppure altri pagano una tangente o rimuovono la scritta “taxi” per trasformare il loro veicolo in un auto normale.

Per quanto riguarda i taxi truffatori, vengono scambiati per veri in quanto usano nomi di compagnie di taxi note, ma con i numeri di telefono che non corrispondono alla realtà e per truffare i clienti usano diversi trucchi, tra cui i tassametri.

Il giornale cita l’esempio di due turisti australiani che volevano andare al loro albergo, situato a 3 chilometri a bordo di uno di questi taxi con numeri di telefono che non ha nulla a che fare con la compagnia indicata dal logo .

Il tassista ha preso la strada piu lunga, risultato hanno pagato 370.000 VND (circa 14 euro) all’ arrivo, 9 volte il prezzo normale!

Purtroppo e’ difficile sapere quali siano gli autorizzati dai tassisti-truffatori, per evitare questi spiacevoli inconvenienti, suggerisco di visitare il sito VinaTaxi di una nota compagnia e prenotare direttamente.

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

 Fabio

About the author  ⁄ Fabio

No Comments