Zanzibar: Dhow, chiodi di garofano e spiagge bianche

 Zanzibar, L’isola dalle spiagge bianche

Zanzibar: Dhow, chiodi di garofano e spiagge bianche

Dar es Salaam, città di 4 milioni di abitanti, è il porto di partenza per Zanzibar.

Arrivando in questa città ti accorgi immediatamente di 3 cose:  l’inquinamento,il rumore e le zanzare.

L’ arcipelago di Zanzibar, costituito da due isole, Unguja (comunemente chiamato Zanzibar) e Pemba. Ci si  arriva a Stone Town, la capitale dell’arcipelago, dopo due ore di navigazione, ma ci si può arrivare anche in aereo.

Zanzibar è un starto semi-autonomo: dipende da Dar es Salaam per l’attività che non può gestire lui stesso.

Per il resto, Zanzibar,  ha il  proprio presidente, che dispone di  una certa autonomia.

Generazioni di scrittori di viaggi hanno sognato  Zanzibar, senza mai venirci: Jules Verne, Joseph Kessel e Arthur Rimbaud. Il cantante dei Queen, Freddy Mercury, è nato qui.

Allo sbarco, oltre al calore che attanaglia, coglie il viaggiatore,  la sensazione di non essere totalmente in Africa.

L’influenza  dell’Oman è arrivata nel medioevo ed é ben visibile dal tradizionale veliero in legno chimato dhow

Il Sultano dell’Oman aveva  Zanzibar come la capitale del suo sultanato nel 1840.

Per godersi l’atmosfera di questo arcipelago, si deve attraversarlo in taxi lungo un percorso di 50 km.  Si raggiunge la costa orientale,  molto più tranquilla.

Qui potrai apprezzare in particolare le spiagge di sabbia bianca e  le palme da cocco che danzano con l’effetto del  vento.

L’acqua è trasparente e calda tutto l’anno. Il dhow è una delle particolarità di Zanzibar.

A circa cinquanta chilometri a nord di Zanzibar, Pemba : più piccola rispetto alla sorella,  ma dispone di fondi marini ancora più trasparenti .

Pemba produce tre volte la quantità di chiodi di garofano di Zanzibar. E ‘molto fertile e gli arabi la  chiamavano l’Isola di Smeraldo (“Al Khudra”).

Pemba è ancora poco visitata dai turisti, mentre le sue spiagge sono assolutamente bellissimo e presentano più curiosità  Uno dei tanti fiori all’occhiello della Tanzania

Ufficio del Turismo della Tanzania

Come arrivare?

La Tanzania ha due aeroporti internazionali: Kilimanjaro Airport (via Amsterdam con KLM), tra Arusha e Moshi nel nord, e Dar es Salaam. Per Zanzibar, prendere un volo per Dar es Salam, poi un altro per l’arcipelago.

Il viaggio dura tra le 12 he 15 h, a seconda della durata della scalo. – Nessun volo diretto dall’Italia

Clima

Evitate la stagione delle piogge, tra febbraio e aprile Migrazioni degli animali nel periodo gennaio-febbraio e settembre a ottobre. Molto fresco  tra giugno e settembre, soprattutto nel nord. Sulla costa è caldo tutto l’anno (oltre 30 gradi), con picchi intorno al 40 a fine dicembre – inizio gennaio.

Alloggi

La Tanzania ha compiuto progressi significativi in alloggi. Parchi nazionali del Nord Isola di Zanzibar e Dar es Salaam ora stanno offrendo i migliori alberghi di lusso, con prezzi che corrispondono (da $ 15 fino a $ 500 a notte). Quasi ovunque, si moltiplicano i Guesthouse.

Indirizzi

Backpackers Arusha : quartiere del mercato cellulare :             0 753 377 795       o            0 754 377 795      . Camera singola  6 US$, camera doppia 12 US$ e dormitorio  5 US$ a persona , piccola colazione . Un hôtel construito  e arredato per accogliere  i viaggiatori con zaino.  Esite un hotel uguale à Moshi, con gli stessi prezzi,  vicino alla stazione dei bus.
Econolodge à Dar-es-Salaam : rstrada perpendicolare  a Lybia St,             (022) 211 6048       / 49 – Camere da  20 000 a 45 000 TSH. Camere ben tenute , luogo calmo
– Malindi Lodge à Zanzibar : a l’uscita del porto, Vicino al cinema Afrique. Camera singola a  12 000 TSH e 16 000 TSH, camera doppia   da 26 000 TSH a  30 000 TSH. Luogo pulito e piacevole .

Altri consigli e informazioni li troverai su come viaggiare informati, se li seguirai attentamente, ti aiuteranno a viaggiare in totale sicurezza e a tutelare la tua integrità fisica.

A presto

Fabio

About the author  ⁄ Fabio

5 Comments

  • Rispondi
    Manuela Demon
    25/03/2012

    Ma è vera questa storia della tassa di soggiorno di circa 7 euro al dì per persona che sarebbe in vigore da settembre 2011????? O.O

    • Rispondi
      Fabio Author
      28/03/2012

      Buongiorno Manuela,
      1. normalmente gli hotel applicano una commissione del 5-10% sugli acquisti fatti con carta di credito.
      2. so che alcuni turisti hanno pagato 5€ o 8$ come tassa di soggiorno, altri invece no.
      per ulteriori informazioni in merito ti faccio sapere in giornata.Ho contattato Ufficio Turismo della Tanzania e attendo risposta.
      grazie di essere passata
      saluti
      Fabio
      http://comeviaggiareinformati.it

    • Rispondi
      Fabio Author
      23/04/2012

      Buongiorno Manuela,
      scusa se ti rispondo solo adesso, ma ho ricevuto oggi 23/4/2012 email di risposta in merito alla tasssa di soggiorno, la tassa é inclusa nel prezzo albergo.
      Dear Fabio
      Greetings from the Tanzania Tourist Board.

      Thanks for your email.

      Kindly be informed that the system has been changed, tax is included on what you pay for accommodation in hotels.

      Please contact Tanzania National Parks for more info on this through these address;
      TANZANIA NATIONAL PARKS

      TEL; +255 27 2503471
      +255 27 2501930

      EMAIL; info@tanzaniaparks.com
      WEBSITE; http://www.tanzaniaparks.com

      Best regards,
      TANZANIA TOURIST BOARD

      ROSE MBWAMBO
      FOR,MANAGING DIRECTOR

  • Rispondi
    19/02/2012

    Qualcuno è stato a Moofushi nell'ultimo anno? So che ora fa parte del gruppo Constance ed è stato completamente rinnovato http://www.constancehotels.com/?sel_lang=ita